Salta al contenuto principale

Marmolada, tre ricorsi sui confini

il Tribunale li riunisce:

ci sarà un'udienza unica

La guerra fra Canazei, Rocca Pietore e Veneto va avanti

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

Ci sarà un’unica udienza - che sarà prossimamente fissata - per definire i ricorsi amministrativi che hanno a riferimento la questione dei confini tra Trentino e Veneto sul massiccio della Marmolada. Con una sentenza non definitiva, infatti, il Tar del Lazio, rilevando la pendenza sul tema di tre ricorsi oltre a quello proposto dal Comune di Canazei, ha rimesso la questione al Presidente del tribunale amministrativo per i provvedimenti di competenza.

In discussione davanti al Tar c’era il ricorso con il quale il comune di Canazei sollecitava l’accertamento dell’obbligo del Ministero dell’Interno di provvedere alla definizione del confine amministrativo tra i Comuni di Canazei e Rocca Pietore (BL), nonchè l’annullamento del provvedimento di aggiornamento della cartografia catastale con l’inserimento della linea di confine con il Comune di Rocca Pietore.

Preliminarmente i giudici hanno dichiarato improcedibile l’istanza del comune ricorrente contro il silenzio serbato dall’Amministrazione. Con riferimento invece alle ulteriori richieste di cui al ricorso proposti, il Tar ha ritenuto di dovere sollecitare il presidente del tribunale alla fissazione di un’udienza unica per dirimere la questione e discutere insieme anche gli ulteriori tre ricorsi proposti dalla Regione Veneto (due impugnative) e dalla società Marmolada sempre sullo stesso tema.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy