Salta al contenuto principale

Moena, a 5 mesi dal nubifragio

1,7 milioni dalla Provincia

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 18 secondi
A cinque mesi dall’evento alluvionale (foto) che ha investito Moena, la Provincia attraverso il Servizio Prevenzione Rischi ha erogato al Comune colpito contributi per 1 milione 713 mila euro. Lo ha fatto con quattro determinazioni per lavori di somma urgenza riguardanti primi interventi di rimozione fango e detriti e messa in sicurezza di infrastrutture comunali. Un <+corsivo>modus operandi<+testo>, quello adottato nell’emergenza dalla Provincia, rivelatosi estremamente efficiente, che il neoeletto presidente Maurizio Fugatti ha detto sarà replicato - calibrando le percentuali sulla spesa ammessa alle disponibilità di cassa - anche per far fronte ai disastri su più vasta scala causati dal maltempo dei giorni scorsi.
Come si ricorderà il 3 luglio scorso Moena venne letteralmente coperta di acqua e fango a seguito di un violento nubifragio. Ingenti precipitazioni di notevole intensità e forti grandinate si abbatterono sulla località turistica fassana, causando l’esondazione del rio
Costalunga con massiccio trasporto di fango e detriti in paese. In un arco temporale ridotto si verificarono numerosi smottamenti con interessamento di infrastrutture comunali.
Per garantire una migliore gestione dell’emergenza sia in termini di tempo che in termini di
contenimento dei costi, il Comune di Moena nei giorni immediatamente successivi all’evento calamitoso aveva approvato quattro verbali di somma urgenza, all’interno dei quali furono raggruppati più interventi per ragioni di omogeneità delle lavorazioni e dislocazione geografica degli stessi.
I primi interventi furono quelli di rimozione del fango dalle strade, di allontanamento del materiale a deposito temporaneo, di riparazione delle sedi stradali, di pulizia della rete di smaltimento delle acque e di opere provvisionali anche per favorire l’allontanamento delle acque. 
Per tutti questi lavori al Comune di Moena è stato concesso un contributo di 321.300 euro, pari all’85% della spesa ammessa di 378 mila euro. 
Successivamente, a seguito dei sopralluoghi svolti il 19 e il 23 luglio scorsi da tecnici incaricati del Servizio Prevenzione Rischi e dei relativi verbali e con gli interventi dettagliati dal Comune di Moena nelle domande di contributo presentate il 30 agosto scorso (integrate da documentazione trasmessa il 15 e 16 ottobre), la Provincia ha finanziato anche la messa in sicurezza di infrastrutture comunali. Tre le determinazioni che si occupano di questi interventi. La prima ha stanziato 352.406 euro per dieci interventi; la seconda 410.286 euro per sette interventi e la terza 372.845 euro per tre interventi.
L’erogazione dei contributi avverrà a cura di Cassa del Trentino spa con le seguenti modalità: fino ad un massimo del 90% del contributo concesso previa presentazione di fabbisogni di cassa ed in particolare il primo fabbisogno dovrà essere corredato
con la documentazione comprovante l’avvenuta aggiudicazione e consegna dei
lavori; a fronte di particolari esigenze, adeguatamente motivate, tale percentuale
può essere aumentata fino al 95%. Il saldo seguirà il controllo di fine lavori e della contabilità finale del Servizio Prevenzione Rischi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy