Salta al contenuto principale

Crollo di roccia dal Sorapis

Un boato fino a Cortina

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

Una grossa porzione di roccia si è staccata dal gruppo del Sorapis suscitando apprensione a Cortina d’Ampezzo.

Alle 11.30 un forte boato è stato sentito nitidamente nelle frazioni meridionali del paese, a Zuel, Aquabona e nell’area artigianale di Pian da Lago. Dalle pendici meridionali della Punta Nera si è alzata una grossa nuvola di polvere, dovuta allo schianto delle rocce nel canalone: è il vallo naturale dal quale si sono originate, la scorsa estate, le colate fluide di detriti che hanno ostruito 4 volte la statale 51 di Alemagna, dal Cadore verso la conca d’Ampezzo.

Alcuni cittadini hanno avvertito le forze dell’ordine e le istituzioni preposte al controllo del territorio, che si sono recate in sopralluogo sul posto. Questa volta l’evento naturale si è verificato a sufficiente distanza da insediamenti abitativi e infrastrutture e non ha causato danni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy