Salta al contenuto principale

Tenno, da Klaus Zumwinkel

700 mila euro per i giovani

Il mecenate tedesco, proprietario di Castel Tenno, finanzia in vario modo 47 tra borse di studio e progetti formativi per i ragazzi della valle e delle realtà limitrofe

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 29 secondi

Giovani, sviluppo, territorio, futuro. Sono le parole chiave di «Tenno 4.0» un progetto quadriennale di rilancio delle potenzialità locali e di promozione socio-lavorativa avviato grazie ad un investimento di 700 mila euro impegnato dal mecenate Klaus Zumwinkel, attuale proprietario del castello, a favore delle nuove generazioni del Tennese.
Obiettivo dell’iniziativa, messa a punto dall’Istituto universitario salesiano di Venezia con il patrocinio del Comune e il sostegno dell’Unità pastorale, sarà quello di supportare i giovani nel loro percorso formativo e lavorativo, e al tempo stesso di favorire processi di integrazione tra le realtà produttive e associative del posto.
«Si tratta di un progetto lungimirante che ha l’ambizione di avviare percorsi che possano portare la nostra comunità a gestire in modo attivo le dinamiche dei mutamenti globali e permettere al territorio di fare un salto di qualità sotto l’aspetto sociale, imprenditoriale, occupazionale, turistico, culturale, ambientale» ha spiegato ieri il sindaco reggente Giuliano Marocchi in occasione della conferenza stampa di presentazione. «Tenno non può vivere da solo bensì fare rete con le realtà vicine - ha aggiunto - per far emergere il potenziale ancora inespresso del territorio e dei giovani: questa è dunque una preziosa occasione di crescita che avrà importanti ricadute per tutti».
«Il dottor Zumwinkel, legato a Tenno da un forte amore per il territorio e le tradizioni locali, assicurerà un finanziamento quadriennale così come già fatto in passato per numerosi altri progetti dei Salesiani in Germania e in Italia, di cui stima molto il lavoro, in particolare per quanto riguarda la formazione di giovani talentuosi ma in condizioni svantaggiate - ha detto il direttore dello Iusve don Nicola Giacopini - “Tenno 4.0” si articolerà in quattro punti: i primi tre relativi all’erogazione di 18 borse di studio per corsi di laurea (riferiti a tutti gli ambiti universitari), 8 per master post laurea (in comunicazione-marketing, economia sociale, protezione ambientale, energie rinnovabili), 16 per corsi di alta formazione professionale oltre che per tirocini e stage all’estero di formazione professionale, mentre il quarto punto sarà rivolto alla realizzazione di 5 progetti “pilota” che facendo leva sull’intraprendenza giovanile, in sinergia con imprese, enti, soggetti locali, mirino alla valorizzazione delle specificità e allo sviluppo del Tennese. Beneficiari dell’iniziativa saranno i giovani di età compresa tra i 18 e 35 anni, residenti nel comune di Tenno o nelle frazioni di Varone e Campi (per le borse di studio universitarie, dei master post lauream e dei corsi di alta formazione), iscritti ad uno dei Centri di formazione professionale di Arco e Varone (per le borse dei tirocini all’estero), mentre per i progetti di sviluppo del territorio potranno candidarsi anche i giovani di altri comuni dell’Alto Garda e Ledro e delle Giudicarie. Ogni bando avrà le proprie caratteristiche e sarà scaricabile dal sito progettotenno.it a partire dal 29 novembre. Le domande verranno vagliate da un’apposita commissione».
«Nelle prossime settimane presenteremo il progetto in serate aperte a tutti - ha concluso Marocchi - alla comunità spetterà solo il compito di cogliere questa preziosa opportunità».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy