Salta al contenuto principale

Quelli che nuotano

solo in acque libere

L'attività sui laghi di Gara e Ledro delle "cuffiette arancioni", i componenti del gruppo "Go Garda Open"

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 16 secondi

La denominazione è «One Way Two» ed è la seconda edizione della gara di nuoto non competitiva in acque libere in linea che si terrà sabato con l’organizzazione della «Amici Nuoto Riva». La partenza è prevista alle ore 11. Due i percorsi proposti entrambi con arrivo alla Fraglia della Vela di Riva: percorso classico di 2,5 chilometri con partenza dalle foci del Sarca e percorso corto di 1 chilometro con partenza alla spiaggia dei Pini est. La registrazione degli atleti avverrà dalle ore 7.30 presso la Fraglia. La manifestazione è aperta a chiunque (età minima 14 anni) è in possesso di capacità natatorie adeguata che presenti certificato medico-sportivo valido.   
Un motivo di particolare interesse è legato alla partecipazione alla gara di un gruppo costituito da atleti “amatori” rivani e trentini con l’adesione di extraregionali, legati dalla passione per la pratica del nuoto in acque libere, sport impegnativo ma assai gratificante.
«Il nostro gruppo - così si presentano i protagonisti di questa associazione per ora spontanea - si chiama “Go-Garda Open”, che è l’acronimo di Garda il nostro territorio, “Open” perché prediligiamo le acque libere e gli sport all’aria aperta (alcuni sono triatleti completi, dei veri e propri Ironman finischer) e perciò “Go!”, che è una incitazione, uno stimolo per raggiungere sempre nuovi obiettivi e nuove sfide e progetti».
Le figure che hanno dato vita al gruppo sono Alessio Ravazzi e Luca Santorum, loro e i loro compagni di allenamento hanno istituito gli appuntamenti fissi del lunedì sera alle foci del Sarca (spiaggia Segnana) in acqua dalle 19.50 e venerdì mattina al porto San Nicolò, alle 6.30, con buona pace di chi viene da lontano, sempre rigorosamente pronti in acqua.
Ma oltre a questi appuntamenti “istituzionali” basta un messaggio sul cellulare e il gruppo di appassionati si ritrova sul Garda o a Ledro.
«Abbiamo cominciato le nostre uscite - considerano i componenti del gruppo - nel giugno del 2017. Prima in cinque o sei, poi via fino ad arrivare a 25 partecipanti. Ci si ritrova anche a partecipare assieme a qualche manifestazione, vuoi che sia un triathlon o una traversata, oppure solo una nuotata fino alla cascata del Ponale o una traversata al lago di Ledro. Orgogliosamente - ci dice Nicola Santi - possiamo vantare nel palmarès dei “GO members” una trentina di Ironman, almeno tre traversate del Garda, quella più antica e storica del Lario, e perché no, anche un titolo mondiale conquistato negli anni ‘70 nello sci d’erba».
Ecco chi sono le cuffiette “arancioni”: Alessio Ravazzi, Luca Santorum, Alessio Volani, Anna Malfatti, Christian Civettini, Nicola Santi, Carlo Faggionato,  Antonia Fracchetti, Claudio Faccioli, Riccardo Tomaello, Claudio Pezzato, Cesare Prati, Maura Bridarolli, Debora Sartori, Cristiano Carloni, Davide Martini, Alessandro Galvagni, Jurij Plavnik, Thomas Calzà, Luca De Toffol, Daniele Gianola, Andrea Sini ed altri ancora.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?