Salta al contenuto principale

Cantomiglia con "inchino"

alla ciclabile di Limone

La boa settentrionale davanti alla "ciclopista del Garda"

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 31 secondi

La «Centomiglia del Garda» in calendario il prossimo 8 settembre renderà omaggio alla nuova ciclabile di Limone, con la boa per il passaggio delle imbarcazioni nella parte nord del lago proprio nelle acque antistanti capo Reamol.
Il tracciato ciclopedonale, la cui costruzione ha avuto risonanza nazionale e internazionale, diventerà così una splendida tribuna per assistere alla regata più famosa del Garda.
L’ora di arrivo a Limone delle prime imbarcazioni e via via di tutte le altre duecento barche dipenderà dai venti. In ogni caso la sfida nautica prenderà il via a Bogliaco di Gargnano alle 8.30. Dopo il passaggio da Capo Reamol, le imbarcazioni dunque non solcheranno le acque del Garda trentino ma faranno vela verso la boa Malcesine per fare poi rotta verso quella di Castelletto di Brenzone, quindi ci sarà la boa di metà gara a Bogliaco e prua a sud verso Desenzano, per tornare infine a tagliare il traguardo a Bogliaco.
La 68esima edizione, la più longeva d’Italia, avrà dunque un punto di osservazione eccezionale, capace di richiamare migliaia di persone. La domenica precedente, il 2 settembre, alle 8.30, prenderà il via il trofeo Gorla, sul consueto tracciato: Bogliaco, Torbole, Castelletto di Brenzone e arrivo a Bogliaco. Anche in questa occasione, anche se le imbarazioni non saranno così vicine, la pista ciclopedonale di Limone offrirà uno spettacolare tribuna per tutti gli appassionati.
Intanto si va verso le ventimila persone che in due settimane di apertura hanno percorso la ciclovia del Garda mentre in territorio trentino la prosecuzione della ciclabile è in fase di progettazione e nelle prossime settimane l’assessore provinciale alle infrastrutture e ambiente della Provincia autonoma, Mauro Gilmozzi, dovrebbe illustrare proprio a Riva del Garda i progetti delle varie sezioni che si innestano su un versante molto complesso per via della delicatezza del paesaggio. Il progetto dovrebbe prevedere anche l’utilizzo delle gallerie dismesse .

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?