Salta al contenuto principale

Prabi, bimbo morso

dal cane al climbing

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 18 secondi

Ancora un'aggressione da parte di un cane lasciato libero, ma questa volta ad avere la peggio non è stato un altro cane o un ciclista di passaggio, come negli ultimi due precedenti di cui tanto si è parlato nelle ultime settimane, ma un bimbo di otto anni.
L'episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio di venerdì nell'area del Climbing Stadium dove sono in corso i Campionati italiani giovanili di arrampicata per atleti under 14, con ampia partecipazione di famiglie nel pubblico e nel grande parco adiacente le scuole di Prabi.
Un'area aperta dove l'altro pomeriggio si sono visti girare liberi più cani, uno dei quali - per motivi non chiariti - ha morso il bambino straniero. 

Attimi di paura per la famiglia che pochi minuti dopo ha visto arrivare in via Caproni Maini l'ambulanza di «Trentino Emergenza» con l'infermiere a bordo. Il bimbo è stato trasportato in pronto soccorso per le cure del caso. Le sue condizioni non sono gravi, la ferita è stata medicata e il ragazzino è stato poi dimesso.  

Un episodio che, inevitabilmente, ripropone il problema dei cani lasciati liberi senza guinzaglio e senza museruola anche in luoghi frequentati (o molto frequentati, come in questo caso) da altre persone e da bambini in particolare. 
Proprio in questi giorni veniva segnalata anche la frequente presenza di cani lasciati liberi, soprattutto la sera, sul lungolago rivano, nonostante l'ordinanza del sindaco di senso opposto. I controlli non sono sempre possibili, così come da privati cittadini non è sempre facile pretendere il rispetto delle regole da chi le ignora o volutamente le infrange. Il buon senso aiuterebbe.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy