Salta al contenuto principale

Centrato dal sasso in parete

Precipita per 12 metri

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

Nonostante sia ormai quasi inverno sono ancora molti coloro che approfittano del primo momento di sole per svolgere le attività all’aria aperta preferite. Tanta gente sulle ciclabili, sui sentieri, ma anche sulle vie di roccia, soprattutto quelle ben esposte al sole del mattino.

Ieri mattina una cordata di alpinisti vicentini stava affrontando il «Diedro Martini», una via molto conosciuta non solo in zona, con difficoltà tra il quinto e il sesto grado, quando all’altezza del quinto tiro il capocordata è stato colpito da un sasso caduto dall’alto perdendo l’appiglio.

È così precipitato per dieci, dodici metri, procurandosi un trauma alla schiena per l’impatto contro una cengia. Numerose anche le contusioni agli arti. I compagni di cordata hanno dato l’allarme - erano circa le 11.40 - e sul posto sono arrivati sei uomini del Soccorso alpino di Riva e l’elicottero con l’equipe medica a bordo. Il rocciatore è stato stabilizzato e trasferito al S.Chiara. Le sue condizioni non sono gravi. L’elicottero ha poi recuperato il personale sul posto.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?