Salta al contenuto principale

La Sat di Ledro si amplia

Raggiunta quota 353 soci

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 16 secondi

Più di 350 soci e un'intensa e partecipata attività sociale ed escursionistica. È degli scorsi giorni l'assemblea annuale della sezione ledrense della Sat che, assieme all'illustrazione da parte del direttivo delle uscite previste per il 2015, ha rappresentato un momento di restituzione agli affiliati del lavoro portato a termine nel corso dell'anno appena trascorso. 

«La compagine sociale si è ulteriormente ampliata - ha detto il presidente Ettore Luraschi - con una differenza positiva rispetto al 2013 di 16 iscritti, portando il numero complessivo dei soci a quota 353 (181 Ordinari, 125 Familiari, 47 Giovani). L'anno trascorso ha reso possibile realizzare alcune significative esperienze, nonostante il maltempo. Il risultato è stato gratificante, potendo sommare numeri importanti di partecipazione, itinerari piacevoli, mete interessanti e per diversi gradi di preparazione, avventure su cime di grande attrazione, in Trentino, Alto Adige, ma anche in Croazia, per il trekking primaverile. Abbiamo avuto inoltre il piacere di sperimentare con successo due nuove iniziative all'inizio e alla fine della stagione. Sono poi da ricordare le escursioni effettuate con gli amici delle Sezioni delle Giudicarie, accompagnando i ragazzi della Cooperativa Bucaneve e Comunità Handicap; la partecipazione alle iniziative per la salvaguardia dei Serodoli; le giornate dedicate alla sicurezza sulla neve effettuate grazie alla collaborazione del Soccorso alpino; la collaborazione con le società sportive di Ledro». 

Il presidente Luraschi ha anche spiegato che «l'attuazione del protocollo d'intesa con l'Istituto comprensivo ci ha visti presenti in più attività promosse dalle scuole, con escursioni sul Ponale, salite a Dromaè, Cima Oro, Leano, Rifugio Altissimo e Pernici. Più volte abbiamo dunque sperimentato l'importanza del rapporto con i ragazzi e gli insegnati, per un approccio educativo alla conoscenza del territorio, della sua naturalità e tutela. Qualche risultato si configura raccogliendo le impressioni e i commenti, che lasciano ben sperare circa la formazione di una coscienza rispettosa e orgogliosa di un territorio che esprime bellezza e specialità, ma che richiede attenzione e cura. Per quanto riguarda la rete di sentieri, che si sviluppa per circa 130 chilometri ed è affidata ad alcuni soci, c'è bisogno di un continuo monitoraggio e manutenzione, per assicurare percorribilità». 

Per l'anno in corso, il 2015, la Sat ledrense ha programma alcune escursioni alla portata di chiunque e itinerari di tipo alpinistico riservate ai più esperti: «L'obiettivo - ha chiarito Luraschi - è quello di offrire ai nostri soci proposte in grado di soddisfare aspettative e capacità. Ci sono alcune novità: la riedizione del corso di roccia e la proposta per le famiglie in montagna; viene poi indicato il trekking primaverile in Sardegna e nel primo autunno il giro del Monviso. Infine la Settimana della montagna: dopo l'arrivo in valle nel 2014 di nomi di prestigio (Franco Solina, Luca Mercalli, Roberto Cavallo, Claudio Grof, Rolando Larcher), per l'edizione di quest'anno abbiamo pensato a qualcosa dedicato tutto al mondo femminile».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy