Salta al contenuto principale

Rapinato un veterinario

parente di Daria de Pretis

un arresto a Bolzano

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 23 secondi

Attimi di terrore per una rapina a mano armata, ieri mattina a Bolzano, nello studio del veterinario Paolo Gallmetzer, marito della signora Darma de Pretis, trentina, cugina della giudice costituzionale Daria.

Un giovane si è presentato nell’ambulatorio, che si trova in zona Gries, nell’edificio che ospita anche la residenza del noto professionista, che si stava occupando del gatto di proprietà di una signora accompagnata dai tre figlioletti.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo si è rivolto al veterinario per chiedere aiuto per un cane che non stava bene. Descritti i sintomi dell’animale, che non era presente, lo sconosciuto è stato invitato a ripresentarsi con il cane.

Uscendo, però, l’uomo ha rovistato in altre stanze della casa e ha trovato una pistola regolarmente detenuta per difesa personale.

Poco dopo, lo sconosciuto, scoperto dal veterinario, ha impugnato l’arma intimandogli di consegnare il denaro degli incassi. Ma c’era poca roba. Quindi, visibilmente agitato, si è fatto consegnare la fede nuziale del veterinario e della consorte della quale poi ha preteso di avere anche altri gioielli, prima di darsi alla fuga.

Il veterinario ha subito dato l’allarme e poco dopo una volante della polizia ha intercettato un uomo corrispondente alla descrizione, il quale ha preso la pistola rubata che aveva ancora in tasca. Un agente ha estratto l’arma di ordinanza e a quel punto il malvivente si è arreso ed è stato arrestato per rapina aggravata.

Si tratta di un cittadino ucraino di 33 anni che pochi minuti dopo la rapina aveva già ceduto la refurtiva in cambio di denaro. Per questo passaggio di mano è stato fermato un cittadino lettone di 30 anni con l’accusa di aver ricettato parte della refurtiva.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy