Salta al contenuto principale

La protesta degli allevatori

In montagna falò anti lupo

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 34 secondi

In Alto Adige numerose montagne sono state illuminate questa sera da falò, accessi dagli allevatori per protestare contro la presenza del lupo.

Si è trattato di un’iniziativa transfrontaliera lungo tutto l’arco alpino.

I fuochi - ha spiega l’associazione degli agricoltori altoatesini Bauernbund - sono un «segno visibile contro i lupi».

«Nonostante le relativizzazioni, è sempre più chiaro che la pastorizia tradizionale ed il lupo, grande predatore, sono incompatibili», afferma il presidente dell’associazione Leo Tiefenthaler.

«Siamo sempre convinti che l’Alto Adige debba essere di nuovo libero dai lupi e ciò richiede un piano nazionale che preveda zone libere dai lupi e il controllo della popolazione dei lupi, come avviene in altri Paesi europei».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy