Salta al contenuto principale

Stop alle seconde case

in Alto Adige

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 26 secondi

L'Alto Adige dice no alla svendita della Heimat.

La giunta provinciale di Bolzano ha introdotto con la nuova legge per il territorio e paesaggio nuovi criteri per arginare il fenomeno delle seconde case nei comuni ad alta vocazione turistica.

«In queste località - ha ricordato il governatore Arno Kompatscher - per i giovani del posto è diventato molto difficile trovare casa».

Sono complessivamente 25 i comuni colpiti dal provvedimento, dall'Alta Badia alla Val Pusteria, dalla Val Gardena al Meranese.

Per le nuove costruzioni il 100% degli appartamenti sarà riservato ai residenti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy