Salta al contenuto principale

Massaggi troppo «hot»

Sigilli a un centro cinese

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

I carabinieri di Brunico hanno apposto i sigilli a un centro massaggi cinese. I militari, sotto il coordinamento della procura di Bolzano, da diversi mesi stavano monitorando il centro massaggi che, dopo l’apertura lo scorso aprile, aveva visto un significativo numero di clienti.

Il quadro è apparso ben presto chiaro, tanto da richiedere e ottenere un decreto di perquisizione e sequestro, operati dai militari nel pomeriggio a carico del gestore del locale, un cittadino cinese di cinquant’anni.

Nel corso dell’operazione, conclusasi nel corso del pomeriggio, sono state identificate anche alcune donne cinesi presenti all’interno del locale, ove, secondo le preliminari attività di indagine, ai clienti venivano proposte prestazioni a pagamento che andavano oltre il semplice massaggio e venivano talora pubblicizzate su siti internet o con annunci invitanti su quotidiani.

Per questo all’uomo è stato anche notificato un avviso di garanzia per l’ipotesi di reato di sfruttamento della prostituzione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?