Salta al contenuto principale

In Alto Adige banca dati dna cani 

per risalire ai proprietari maleducati

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

Per poter risalire e multare i proprietari di cani il consiglio provinciale di Bolzano ha approvato l'istituzione di una banca dati centrale del dna dei cani. Recentemente un simile provvedimento è già stato annunciato dal Comune di Bolzano. 

La mozione dei Freiheitlichen, emendata co-firmata dalla Svp e da Team Autonomie, prevede di creare i presupposti normativi per l'esecuzione delle analisi del dna in modo da integrare la banca dati centrale affinché vi confluisca l'analisi del dna di ogni cane tenuto in Alto Adige, e di creare la possibilità di introdurre i test del dna al fine di identificare i proprietari di cani che non raccolgono le deiezioni dei propri animali così come di risalire ai proprietari di cani randagi che hanno causato incidenti stradali o attaccato animali o persone. La mozione è stata approvata con 20 sì e 3 no, mentre è stata respinta una di Team Autonomia che prevedeva l'introduzione di una sorta di patentino per i proprietari di cani.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy