Salta al contenuto principale

Clienti-spia sui bus di linea

per fare i controllori

Sono già 400 i candidati

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 41 secondi

Segnalare passeggeri senza biglietto, ma anche irregolarità del servizio di bus di linea: è questo il compito dei 50 «clienti-controllori» che la società altoatesina di trasporti Sad ricompenserà con un buono-spesa da 150 euro ciascuno.

L’iniziativa, lanciata alcune settimane fa, aveva suscitato le critiche, soprattutto dai sindacati, ma è stata accolta positivamente dai clienti. Sono, infatti, 400 i candidati «spia».

«Pensavo che si trattasse di uno scherzo d’aprile, quando l’iniziativa è stata presentata, ma evidentemente l’azienda va avanti con questo progetto assurdo», afferma la segretaria della categoria dei trasporti Cgil-Agb, Anita Perkmann.

«È evidente - prosegue - che il tutto è rivolto contro il personale Sad e non contro i “portoghesi”, che praticamente non esistono sui bus extraurbani perchè i passeggeri possono entrare solo esibendo il biglietto all’autista. I problemi sono ben altri, per esempio archi d’impegno anche di 15 ore».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy