Salta al contenuto principale

Zanzara tigre, quadruplicata

presenza in quattro anni

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 28 secondi

Si è quintuplicata la presenza della zanzara tigre in Alto Adige negli ultimi quattro anni. Lo rileva il laboratorio biologico dell’Agenzia provinciale per l’ambiente che da alcuni anni monitora lo sviluppo della presenza dell’insetto.


La zanzara tigre si è insediata stabilmente nel fondovalle dalla Bassa Atesina fino al Burgraviato e non può essere più debellata. In questi giorni fuoriescono le prime larve, favorite dalle temperature insolitamente miti, che favoriscono il loro sviluppo in esemplari adulti. La zanzara tigre, infatti, ha superato l’inverno sotto forma di uova resistenti alle temperature fredde che ora in primavera si schiudono. Un esemplare adulto nato in primavera, nel corso dell’estate può dar vita a miliardi di altre zanzare tigre nei mesi estivi.


«Per mantenere sotto controllo la zanzara tigre durante l’estate, è importante che ognuno partecipi sin d’ora all’attività di prevenzione», sottolineano gli esperti del laboratorio biologico, invitando i cittadini a collaborare.


L’Agenzia, per sensibilizzare su alcuni comportamenti da adottare per prevenire la diffusione di tale fastidiosissimo insetto ha realizzato uno spot radio che andrà in onda su alcune emittenti locali al partire dal 2 maggio e che è online sul canale «soundcloud» ufficiale della Provincia.


L’obiettivo è quello di limitare il prima possibile il percorso biologico, agendo dunque già in primavera. Tra le misure figurano una puntuale informazione, il trattamento delle larve, la collaborazione attiva dei cittadini a cominciare dall’eliminazione di acqua stagnante all’aperto. Occorre, quindi, eliminare i sottovasi oppure svuotarli regolarmente, svuotare annaffiatoi e secchi, abbeveratoi e ciotole d’acqua, smaltire vecchie bottiglie, lattine, vetri e sacchetti di plastica per evitare che si riempiano d’acqua piovana. Dove non è possibile evitare ristagni d’acqua, ad esempio tombini o scarichi, è necessario utilizzare larvicidi biologici a cadenza regolare da maggio fino a ottobre.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?