Salta al contenuto principale

Boschi: «Sono sostenitrice

e amica dell'Autonomia»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 4 secondi

«Gli altoatesini possono fidarsi del mio impegno di rappresentare in Parlamento loro e le loro istanze. Possono anche fidarsi della mia capacità di lavorare e della mia disponibilità di non interrompere questo dialogo dopo le elezioni». Lo afferma Maria Elena Boschi in una lunga intervista al quotidiano di lingua tedesca Dolomiten, nella quale sotto linea di essere «una sostenitrice e un’amica dell’autonomia».

Boschi aggiunge di aver «contributo più allo sviluppo dell’autonomia» della sua sfidante del centrodestra Michaela Biancofiore, di Fi, «le cui proposte non sono mai andate in questa direzione. Risulta perciò poco credibile - afferma - la sua virata pro autonomia».

Candidata nel collegio Bolzano-Bassa Atesina, Boschi parla anche dello strappo nel Pd altoatesino proprio sulla sclta del suo nome. «C’è - dice - una minoranza che ha strumentalizzato la mia candidatura come pretesto per l’uscita dal Pd. La loro preoccupazione non è la mia candidatura, ma la loro candidatura alle provinciali» in autunno. «L’annuncio - prosegue - è arrivato a dieci giorni dal voto. Potevano farlo prima. Ai cittadini non interessano le dinamiche nel Pd, ma se noi abbiamo a cuore l’autonomia».

Nell’intervista, pubblicata parzialmente come video anche sul portale news Stol.it, Boschi pronuncia anche alcune parole in tedesco, assicurando il suo impegno per l’Alto Adige.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?