Salta al contenuto principale

Austria, governo di ultradestra

Kompatscher: «Nessun timore»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

"Per ora" non c'è preoccupazione "ma stiamo a vedere", "mi auguro prevalga la linea europeista di Kurz. Lo conosco bene, credo che lui sarà una garanzia. Ha già ribadito che l'Austria continuerà a far parte del progetto europeo e ha escluso in modo netto un referendum modello Brexit". Lo dice Arno Kompatscher, presidente della provincia autonoma di Bolzano, in un'intervista sull'avanzata dell'ultradestra austriaca.

"Fpoe, come è noto, porta avanti una politica nazionalista che è esattamente l'opposto rispetto alle nostre idee (di SVP, il partito del governatore altoatesino, ndr). Noi siamo europeisti convinti". "Continueremo a svolgere il nostro ruolo: di cerniera, di ponte, di mediatore. Lo abbiamo fatto, quando c'è stato bisogno, anche sul Brennero. Nei mesi in cui infuriavano le polemiche sui migranti siamo riusciti a mettere intorno a un tavolo i ministri degli Interni di Austria e Italia, e il Brennero, alla fine, ha smesso di rappresentare un problema".

"Tra la nostra regione e l'Austria continueranno a esserci ottimi rapporti. I provvedimenti che vogliono attuare prevedono sostegni sociali solo a chi si integra davvero, più polizia nelle strade, contrasto all'islam politico, con imam formati in Austria. Ma credo che per quanto riguarda i confini con l'Italia non ci saranno complicazioni di nessun tipo". 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy