Salta al contenuto principale

Il primo set illude l'Itas

Poi la Lube dilaga: 3-1

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

Il primo set ci aveva illuso, con una grande Itas Trentino, scesa in campo nella gara 2 della semifinale scudetto con gli occhi di tigre e decisa a prendersi la rivincita dopo il ko casalingo di gara 1. Alla fine, però, il tabellone dice 3-1 per Civitanova.

Ma il 25-16 del primo parziale raccontava di una Lube troppo brutta per essere vera. Superato lo shock di un inizio pessimo, la formazione di Fefè De Giorgi ha iniziato a ritrovarsi. Ha iniziato a ritrovarsi soprattutto il grande ex, Osmany Juantorena, trascinatore nel secondo e terzo set.

È stata una cavalcata irresistibile nel secondo parziale, chiuso 25-18 per il momentaneo 1-1. Nel terzo i padroni di casa hanno dovuto faticare di più, chiudendo 25-23, per dilagare poi nel quarto e ultimo set, portato a casa con un eloquente 25-13.

Adesso per l’Itas Trentino si fa dura: la serie è sul 2-0 per la Lube, e decisivo sarà il match di lunedì prossimo a Trento.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy