Salta al contenuto principale

Questa sera l'Itas a Verona

Si difende il secondo posto

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 16 secondi

Un’Itas Trentino incerottata ma rinfrancata dalla recente qualificazione alle semifinali di coppa Cev andrà stasera a far visita alla Calzedonia Verona (Ore 20 Agsm Forum).

L’obiettivo è quello di tenere un buon passo per portare a termine le ultime sei gare e proteggere il secondo posto. O al massimo, in chiave qualificazione alle coppe europee (Champions League e CEV Cup), il terzo. Per far questo i trentini dovranno guardarsi le spalle pure dall’Azimut Leo Shoes che potrà giocarsi lo scontro diretto del penultimo turno al PalaPanini.
Con diciotto punti ancora in palio e gli impegni infrasettimanali di CEV da sostenere nel frattempo, tutto può ancora accadere. Iniziare col piede giusto, già nel match in casa della Calzedonia, l’ultimo periodo sarebbe però fondamentale; ecco perché l’Itas Trentino durante il weekend si è allenata regolarmente in entrambi i pomeriggi.

La recente sfida di quarti di finale di Coppa Italia giocata a Trento aveva visto la netta prevalenza dei ragazzi di Lorenzetti, ma da allora molte cose sono cambiate: Verona ha inanellato una serie di successi che l’hanno riportata in fiducia mentre Trento ha dovuto fronteggiare una serie di infortuni che l’hanno portata a disputare l’ultima gara di coppa Cev con una formazione inconsueta. Molto probabilmente Lorenzetti anche a Verona si affiderà ancora allo schiacciatore Van Garderen e a Nicola Daldello in regia, consentendo a Kovacevic e Giannelli di riposare ancora un po’. Spiega Davide Candellaro, centrale trentino che è riuscito a scendere regolarmente in campo in tutte le partite: «Arrivare a questa partita con alle spalle la qualificazione alle Semifinali di CEV Cup, ottenuta con una formazione in emergenza, ci ha sicuramente galvanizzato e dato qualcosa di più anche dal punto di vista mentale. Abbiamo avuto qualche giorno a disposizione in più del solito per preparare la sfida di Verona e speriamo possa essere stato utile per recuperare qualche effettivo ed arrivare carichi e pronti ad ottenere un risultato importante».
Dall’altra parte, i molti ex (Kaziyski, Birarelli, Solé, De Pandis) cercheranno di far bella figura davanti al proprio pubblico. Guidati da Nikola Grbic, anche lui ex Itas: «L’importanza della partita la conosciamo, sia in vista dei playoff e sia per arrivare più in alto possibile in classifica. Nelle due precedenti occasioni non abbiamo giocato buoni match e così stavolta proveremo a giocarcela alla pari. Dovremo essere spregiudicati e aggressivi: ci servirà l’emozione positiva di giocare una bella partita e di portare a casa il risultato».
Anche il libero De Pandis, è fiducioso: «Stiamo passando un buon periodo, veniamo da 4 vittorie consecutive in campionato e faremo di tutto per metterli in difficoltà, divertendoci e facendo divertire il grande pubblico che sarà presente. Sono fortissimi e dovremo essere bravi a mantenere il loro ritmo».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy