Salta al contenuto principale

L'Itas Trentino piega anche Modena

È il 14° successo consecutivo

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 44 secondi

Il derby dell’A22 ribadisce l’assoluta legittimità del secondo posto in classifica di SuperLega di volley da parte dell’Itas Trentino. I Campioni del Mondo non hanno tradito le attese del proprio splendido pubblico (quattromila presenze) nemmeno nell’appuntamento casalingo più atteso dell’intera regular season, proteggendo la posizione in graduatoria conquistata appena quattro giorni fa dal tentativo di assalto dell’Azimut Leo Shoes Modena.

Gli emiliani hanno più volte provato a porre fine all’inviolabilità della BLM Group Arena, ma a gioco lungo si sono dovuti arrendere di fronte ad un formazione come quella di Angelo Lorenzetti in stato di grazia dal punto di vista della forma ma anche dei risultati. Il 3-1 imposto agli ospiti è infatti il quattordicesimo successo consecutivo, il settimo casalingo e spinge i gialloblù a +3 su Civitanova e + 4 su Modena ad un turno dalla fine del girone d’andata.

Gli iridati hanno ottenuto tutto ciò dimostrando di saper soffrire prima di riuscire a girare la partita in proprio favore dopo l’ottimo inizio della partita da parte degli emiliani. Con la crescita di Kovacevic (ancora una volta mvp, con 21 punti, tre ace ed il 49% in attacco), Russell (20) e la costanza in seconda linea di Grebennikov e in regia di Giannelli, i gialloblù hanno prepotentemente risalito la china, vincendo al fotofinish il secondo set e diventando poi padrona della scena fra terzo e quarto parziale. 

Itas Trentino-Azimut Leo Shoes Modena 3-1
(24-26, 25-23, 25-23, 25-20)
ITAS TRENTINO: Candellaro 9, Giannelli 4, Kovacevic 21, Lisinac 10, Vettori 9, Russell 20, Grebennikov (L); Nelli, Daldello, Van Garderen. N.e. De Angelis, Codarin. 
All. Angelo Lorenzetti.
AZIMUT LEO SHOES: Christenson, Urnaut 17, Anzani 9, Zaytsev 20, Kaliberda 9, Holt 7, Rossini (L); Pierotti, Bednorz, Pinali, Keemink. N.e. Benvenuti, Van Der Ent, Truocchio. All. Julio Velasco.
ARBITRI: Cesare di Roma e Tanasi di Noto (Siracusa).
DURATA SET: 37’, 31’, 33’, 27’; tot 2h e 8’.
NOTE: 4.000 spettatori, per un incasso di 54.365 euro. Itas Trentino: 10 muri, 6 ace, 19 errori in battuta, 6 errori azione, 50% in attacco, 62% (25%) in ricezione. Azimut Leo Shoes: 10 muri, 4 ace, 17 errori in battuta, 9 errori azione, 42% in attacco, 63% (41%) in ricezione. Mvp Kovacevic.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?