Salta al contenuto principale

Ivan Zaytsev scatenato,

l'Italia demolisce il Belgio 3-0

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 26 secondi

Non poteva cominciare meglio il Mondiale casalingo per l'Italvolley. Dopo il bel successo colto domenica scorsa all'esordio contro il Giappone in un Foro Italico stracolmo, ieri al Mandela Forum di Firenze, pure tutto esaurito, i ragazzi del ct Gianlorenzo Blengini hanno concesso il bis regolando con un altro secco 3-0 il Belgio.

Era una sorte di derby quello di ieri sera sia perché gli avversari sono allenati da Andrea Anastasi, ex giocatore e tecnico della nazionale azzurra, sia perché molti belgi (cinque dei sette titolari) hanno militato nella serie A italiana, a cominciare dal barbuto centrale Simon Van de Voorde, ex della Diatec Trentino che nella prossima stagione raggiungerà altri due ex gialloblù, Matey Kaziyski e Lukasz Zygadlo, nella squadra polacca dello Stocznia Szczecin allestita da Radostin Stoytchev.
E c'erano molti timori alla vigilia, perché l'anno scorso i belgi ci avevano eliminato dagli Europei. Ma quell'Italia, senza Osmany Juantorena e Ivan Zaytsev, era un'altra squadra. Proprio lo «zar» ieri sera ha massacrato la ricezione avversaria, mettendo a segno ben 5 ace e costringendo il regista belga D'Hulst a correre in tutto il campo per costruire la fase d'attacco. Non è stato soltanto il nuovo opposto di Modena, però, a mettere in difficoltà con il servizio la squadra di Anastasi. Anche Anzani, Juantorena e Giannelli hanno messo a segno punti direttamente in battuta (10 gli ace a fine incontro).

Il match del Belgio è durato fino all'8-6 a proprio favore nel primo set. Gli italiani, come contro il Giappone, hanno iniziato con qualche esitazione ma, dopo aver ribaltato il risultato sul 10-8 nel primo set, hanno costantemente tenuto sotto gli avversari. Da quel momento in poi non c'è stata più partita. Gli azzurri hanno picchiato come fabbri al servizio e il Belgio è andato in tilt. Inutile la girandola di cambi tentata da Anastasi. 

«È stato bello stasera - ha detto al termine Filippo Lanza -. Siamo stati molto incisivi in battuta, abbiamo fatto la differenza soprattutto in questo fondamentale. Il Belgio è un'ottima squadra, gioca bene e, se va avanti di 2-3 punti, gioca ancora meglio. Siamo stati bravi a tenerli sempre sotto. In questo gruppo c'è tanta energia che ci trasmettiamo a vicenda e il pubblico ci sta dando una grande mano. Ci siamo presi una bella rinvicita dopo la sconfitta dell'anno scorso agli Europei».
Gli azzurri oggi riposeranno. Torneranno in campo domani contro l'Argentina, guidata in panchina da un altro grande ex ct azzurro, Julio Velasco, allenatore dell'Italia dei Fenomeni. L'Albiceleste ha esordito malamente in questo Mondiale, sconfitta 3-1 dal Belgio ieri maltrattato dagli azzurri. Ma nel volley 2+2 non sempre dà 4.

IL TABELLINO

ITALIA: Candellaro, Randazzo, Baranowicz, Juantorena 9, Giannelli 5, Rossini (L.), Mazzone 8, Zaytsev 20, Lanza 10, Cester, Colaci (L.), Maruotti, Anzani 8, Nelli. Allenatore: Blengini
BELGIO: Deroo 7, Van Den Dries 7, Van De Voorde 4, Rousseaux 5, Tuerlinckx 5, Verhees 5, D'Hulst, Grobelny 2, Stuer (L.), Lecat, Klinkenberg 2, Ribbens (L.), Valkiers 1, Coolman 1. Allenatore: Anastasi ARBITRI: Macias (Messico) e Al Naama (Qatar)
NOTE: spettatori: 7000 (tutto esaurito). Durata set: 33', 30', 27'. -

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?