Salta al contenuto principale

Volley, Perugia ci crede

«Zaytsev può restare»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
! minuto 11 secondi

«Rimango convinto che certamente Ivan Zaytsev e Wilfredo Leon possano giocare insieme ma dal nostro schiacciatore non abbiamo ancora ricevuto alcuna risposta»: il presidente della Sir, Gino Sirci, non chiarisce ancora il futuro di uno dei protagonisti della stagione della formazione umbra campione d’Italia di pallavolo su cui ha manifestato interesse anche la Diatec Trentino.

Le strade della Sir e di Zaytsev sembrano destinate a separarsi. Sirci non chiude però la porta allo schiacciatore. «Attendiamo una sua risposta - ha spiegato - ma intanto abbiamo preso Leon, un giocatore che è in grado di spostare le dinamiche della squadra. Zaytsev o non Zaytsev allestiremo una formazione più che competitiva. Non facciamo comunque proclami sugli obiettivi ma andiamo avanti passo dopo passo per raggiungere obiettivi importanti».

La Sir pur espressione di un territorio piccolo come l’Umbria ha comunque un budget di spesa importante. «Siamo competitivi con realtà più grandi e con maggiore tradizione della nostra - ha sottolineato il presidente - perchè a sostenere la società ci sono un grande movimento di pubblico e 160 sponsor. Una cordata che rappresenta gran parte dell’economia umbra, dall’alimentare, al commercio all’aerospaziale (con la Umbragroup che uno dei leader mondiali del settore). Abbiamo i bilanci in ordine perchè siamo tutti imprenditori, con l’hobby della pallavolo ma pur sempre uomini d’affari che - ha concluso Sirci - si vogliono divertire e non certo rovinare l’immagine con lo sport».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?