Salta al contenuto principale

Diatec ko con la Lube

Ora Kazan è più lontana

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

La Lube Civitanova, senza dover strafare, batte 3-1 la Trentino Diatec nella gara di andata dei Playoffs6 di Champions League e ipoteca la semifinale di Kazan. Nella gara di ritorno, mercoledì prossimo a Trento, dovranno solamente vincere due set per qualificarsi alla Final four. La Diatec, viceversa, ha davanti una montagna da scalare: vincere 3-0 o 3-1 e poi aggiudicarsi il golden set. Ma la prestazione vista ieri non incoraggia. Infatti solo Kozamernik, Lanza, a tratti Teppan e nel secondo set Kovacevic hanno tenuto il campo. Poi una sequenza di errori nei momenti cruciali e una ricezione alquanto deficitaria hanno offerto la vittoria «piena» a una Lube apparsa ieri tutt'altro che irresistibile.

Cucine Lube Civitanova-Trentino Diatec 3-1 (25-22, 23-25, 25-19, 28-26)

CUCINE LUBE: Sander 9, Cester 8, Christenson 3, Juantorena 19, Stankovic 15, Sokolov 18, Grebennikov (L); Kovar 2, Candellaro. N.e. Marchisio, Casadei, Milan, Zhukouski. All. Giampaolo Medei.

TRENTINO DIATEC: Lanza 18, Kozamernik 5, Giannelli 5, Kovacevic 12, Eder 1, Vettori, De Pandis (L); Teppan 17, Hoag, Chiappa (L), Zingel, Partenio. N.e. Cavuto. All. Angelo Lorenzetti.

ARBITRI: Pashkevich di Mosca (Russia) e Themelis di Larissa (Grecia).

DURATA SET: 25’, 33’, 25’, 36’; tot  2h e 3’.

NOTE:  2.010 spettatori, incasso di 23.452 euro. Cucine Lube: 8 muri, 5 ace, 24 errori in battuta, 7 errori azione, 54% in attacco, 59% (33%) in ricezione. Trentino Diatec: 9 muri, 4 ace, 20 errori in battuta, 7 errori azione, 47% in attacco, 37% (12%) in ricezione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy