Salta al contenuto principale

De Aliprandini ci crede:

«Pronto per la Gran Risa»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 0 secondi

«Mi sento meglio, sicuramente quest’anno è partito un po’ in salita, ma dopo la seconda manche in Val d’Isère ho ripreso un pò di fiducia, che era quella che mi mancava». Luca De Aliprandini, trentino di Tuenno, è pronto per il gigante di Coppa del Mondo dell’Alta Badia in programma domani, che vedrà al via otto italiani.

«Cercherò di fare meglio di quanto ho fatto fino ad ora e di tornare a quello che avevo fatto l’anno scorso» spiega alla vigilia l’azzurro, un po’ scosso per il grave incidente occorso oggi nella Libera della Val Gardena al fratello della sua fidanzata, lo sciatore svizzero Marc Gisin. «Qui nella scorsa stagione sono andato abbastanza bene nonostante un grave errore che forse mi ha pregiudicato una bellissima gara, ma la pista mi piace e poi siamo in Italia, c’è un’atmosfera di casa che è sempre qualcosa in più. Abbiamo fatto la sciata in pista, è la Gran Risa meglio preparata degli ultimi anni: è ghiacciata, ma non è ghiaccio estremo. Non vedo l’ora di gareggiare».

«Ho avuto l’influenza per tutta la settimana, già da prima di Val d’Isère, un raffreddore che mi ha buttato un pò giù e tra i vari antibiotici non mi sono allenato, tranne qualche giro ieri - le parole di Manfred Moelgg - Ho mal di schiena, è stata un pò calvario questa settimana, ma proverò a dare il massimo anche se non sono al top. Farò il gigante parallelo, ma pensiamo gara per gara. La pista della Gran Risa è fantastica, lo dice già il nome, vediamo di arrivare pronti e godercela fino in fondo, è più dura degli ultimi anni, davvero bellissima».

«L’obiettivo dichiarato a inizio stagione era essere costantemente nei primi dieci e nelle prime due gare sono riuscito a farlo - sottolinea Riccardo Tonetti - Ora ho un bel pò di ottavi posti come miglior risultato, domenica si va all’attacco per andare un pò più avanti. Una gara in casa è sempre bella ed è un’emozione particolare, ci saranno tantissime persone che verranno a vedermi, famiglia e amici. Una gara particolare, ci arrivo fiducioso, non c’è posto migliore per cercare di fare ancora meglio e avvicinarsi a quei tre davanti. Come mi vedo domenica? Spero il più avanti possibile. In allenamento sono veloce, ho una stabilità buona». Al via anche Giovanni Borsotti, Giulio Bosca, Alex Hofer, Simon Maurberger e Roberto Nani.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy