Salta al contenuto principale

Doppietta della polacca Gasienica ad Andalo

Quinta l'azzurra Melesi nel gigante

Un successo la disputa degli slalom giganti sulla pista Olimpionica 2 di Coppa Europa

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 5 secondi

La polacca Maryna Daniel Gasienica conquista la cittadinanza onoraria ad Andalo e centra una straordinaria doppietta, che la proietta in vetta alla classifica generale di Coppa Europa. La ventiquattrenne di Zakopane ha fatto proprio anche il secondo slalom gigante, disputato sulla pista Olimpionica 2, dove in questi giorni si è allenato Henrik Kristoffersen con i giovani talenti del team Norvegia, fornendo un’altra azione di forza soprattutto nella prima manche, quando aveva addirittura staccato di 1 secondo e 6 centesimi l’austriaca Katharina Liensberger. Buona prova, poi, per la prima delle azzurre, la poliziotta di Lecco Roberta Melesi, che ha terminato la gara al quinto posto e comunque positivo è il bilancio del team Italia con sei ragazze nelle prime venti posizioni e otto nella trenta.


La due giorni continentale di Andalo, dunque, si è svolta nel segno di Maryna Daniel Gasienica, che anche nell’atto conclusivo ha fatto segnare la migliore prestazione complessiva con il tempo di 2’18”72”, precedendo di 75 centesimi la francesce Clara Direz, autrice del miglior crono nella seconda manche, scavalcando in classifica l’austriaca Katharina Liensberger, che ha accusato un ritardo di addirittura 1’81” dalla vincitrice. Gap rilevanti fra le prime e il resto del gruppo. La norvegese Marte Monsen ha chiuso quarta a 2”32, l’azzurra Roberta Melesi quinta a 2”53. Per la sciatrice di Ballabio va così in archivio una due giorni comunque positiva, che l'ha vista in entrambe le occasioni vicina al podio. Ci sono da affinare alcuni aspetti tecnici, considerando anche l’infortunio non lontano, ma il suo inizio stagione è davvero confortante.


Altra prova di rilievo per la giovane slovena Neja Dvornik. Partita col pettorale 30, ha concluso 16ª nella prima manche e addirittura sesta a fine gara, grazie alla seconda miglior prova cronometrica nella manche conclusiva.
Il bilancio complessivo della squadra italiana è positivo, considerando che la romana Elena Sandulli si è piazzata in undicesima posizione, la vicentina di Enego Asja Zenere tredicesima, considerando che è partita col pettorale 66. Da citare anche la milanese Luisa Matilde Bertani, che ha fatto registrare l’identica prestazione della Zenere, poi Valentina Cillari Rossi, 15ª, e la rendenese di Spiazzo Rendena Laura Pirovano, 17ª. Per la talentuosa trentina si trattava delle prime gare di Coppa Europa dopo il duplice infortunio e quindi per lei era importante ritrovare il cancelletto. La condizione arriverà.
Per la skiarea Paganella e per lo Ski Team Paganella la parentesi di Coppa Europa non si conclude qui, visto che avranno l’onore di recuperare i due slalom gigante maschili inizialmente assegnati alla Val di Fassa. Appuntamento lunedì 17 e martedì 18 dicembre, sempre sulla pista Olimpionica 2 di Andalo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy