Salta al contenuto principale

Un weekend a tutto gas:

ecco il Rally 

di San Martino

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 49 secondi

L’edizione numero 39 del Rallye San Martino di Castrozza e Primiero - 13 e 14 settembre - sarà la sesta e decisiva prova della serie tricolore WRC che finora ha regalato grande spettacolo nelle altre cinque gare disputate.

Al via si schiereranno 110 equipaggi, 86 per il rally moderno e 24 per lo storico, tra i quali ben 10 a bordo di una World Rally Car e 17 alla guida di una vettura R5. La corsa avrà quindi validità per il Ciwrc, la Coppa Rally di Zona (Zona 3), la Michelin Rally Cup e la Suzuki Rally Cup. Numeri importanti per una gara che vale ancora di più, se si considera il coefficiente 1,5 che rende il tutto ancora più incerto.

Primi a comparire nella lista dei più attesi sono i leader del Campionato Italiano WRC, Simone Miele e Roberto Mometti con la Citroen DS3 Wrc. Il driver di Olgiate Olona alla sua sesta partecipazione a San Martino, arriva all’ultimo round con 69,5 punti, contro i 58 di Marco Signor e i 57 di Luca Pedersoli, che hanno già scartato con un ritiro a testa. Il veneto Signor insieme a Patrick Bernardi, su Ford Fiesta Wrc, torna nella sua consueta gara «di casa», sempre in cerca della vittoria stagionale ancora da centrare.

Dalla sua, Pedersoli, salito sul podio finale ad Alba prima della pausa estiva, corre per vincere, sempre affiancato da Anna Tomasi, con la loro Citroen DS3 Wrc, in cerca di una doppia affermazione: quella nel campionato e quella nell’albo d’oro del San Martino di Castrozza.

Torna con la possibilità di complicare la sfida scudetto che riguarda i tre rivali per il round finale, anche Corrado Fontana. Il lariano con Nicola Arena e la Hyundai I20 Wrc, ormai fuori dai giochi del Campionato, cercheranno di chiudere bene la stagione sfortunata. Presente anche l’altro Fontana Luigi, con l’altra Hyundai I20 Wrc navigato da Giovanni Agnese. In veste di outsider di rilievo è atteso Paolo Porro. Il lariano torna tra le Wrc come sempre navigato da Paolo Cargnelutti con la Ford Fiesta Wrc, ma a dare spettacolo si proporranno sicuramente anche le altre Fiesta WRC del trentino Matteo Daprà, dell’elvetico Lorenzo Della Casa, del bresciano Gianluigi Niboli e dell’esperto bassanese Valter Gentilini.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy