Salta al contenuto principale

Cairoli vs Gajser: al Ciclamino

già spettacolo nelle prove - Video

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 35 secondi

La prima giornata di gare del Gran Premio del Trentino di motocross si è conclusa nell’entusiasmo delle migliaia di spettatori presenti per lo spettacolare duello all’ultima curva tra il vincitore della qualifica Tim Gajser e Antonio Cairoli, che le ha provate tutte per sorpassare all’ultimo giro lo sloveno.

Cairoli, targa rossa di leader (cinque manche su sei vinte in Argentina, Gran Bretagna e Olanda) ha faticato a trovare la concentrazione prima del via anche per la pressione che gli è arrivata dai tanti tifosi presenti, ma appare comunque determinato nel portarsi a casa il decimo titolo per eguagliare la leggenda del motocross Stefan Everts, riapparso nel paddock di Pietramurata dopo i gravi problemi di salute dei mesi scorsi, per dare supporto al figlio che corre nell’europeo 125.

Motocross Gran Premio del Trentino



Gara della MXGP dominata dall’inizio alla fine da Gajser che in conferenza stampa si è detto soddisfatto della sua giornata e che davanti al suo coloratissimo pubblico le proverà tutte per vincere il GP del Trentino, che il giovane pilota della Honda ha già nel suo palmares. Cairoli ha chiuso secondo davanti allo svizzero Arnaud Tonus, con il sorprendente Ivo Monticelli quarto. Il siciliano spera in una gara asciutta e soprattutto nel calore del suo pubblico e promette divertimento per chi verrà a tifare per lui.

Oggi gara1 MxGp alle 14.15 e gara2 alle 17.10. Nella MX2 lo spagnolo Jorge Prado ha dominato la qualifica e punta a riprendersi la tabella rossa di leader che gli manca solo per avere perso un GP a causa di un problema alla spalla. Sottotono il danese Thomas Kjer Olsen arrivato a Pietramurata in testa al campionato. Migliore degli italiani il vicentino Michele Cervellin, sesto. I piloti dell’Europeo hanno invece già corso le prime manche e in entrambe la vittoria è andata a piloti veneti del team Maddii: Mattia Guadagnini ha dominato la 125, mentre Albero Forato, con una rimonta impetuosa, grazie anche alla caduta del francese Stephen Rubini che guidava la gara, si è portato a casa la terza vittoria su tre manche stagionali. Mirko Dal Bosco, unico pilota trentino in gara, a corto di allenamento per l’operazione alla spalla dei mesi scorsi e per le condizioni difficili del tracciato a inizio giornata, non ha superato la sua prima qualifica nella EMX250.

Il meteo è stato protagonista negativo della mattinata perché il tracciato era stato fresato e ben preparato nelle notte di venerdì per una gara asciutta, mentre il terreno si è rivelato insidioso e viscido per l’inattesa pioggia caduta nelle prime ore di ieri mattina. Con la pista che via via si asciugava si sono cominciati a vedere duelli e sfide all’altezza di un evento del genere. La pioggia ha reso anche inferiore alle attese la presenza di pubblico nella prima giornata, ma gli organizzatori sono convinti che a fine weekend si arriverà ai numeri attesi. Nessun problema di viabilità e nessun problema di ordine pubblico da segnalare. Biglietterie aperte dalle ore 7 di oggi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy