Salta al contenuto principale

MotoGp, da Valencia

Rossi guarda già al 2019

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 4 secondi

Una stagione ben oltre la sufficienza e tanta voglia di darsi un voto più alto nel 2019. Nel giorno delle parole, alla vigilia dell’ultimo Gran Premio della stagione in MotoGp a Valencia, Valentino Rossi guarda già al futuro senza dimenticare la corsa che lo attende domenica prossima al Ricardo Tormo dove è prevista pioggia sia in qualifica che in corsa. Ultima tappa della massima serie delle due ruote che vivrà l’addio alle competizioni dello spagnolo della Honda, Dani Pedrosa, premiato con l’ambito «MotoGp Legend» che lo inserisce nella Hall of Fame del Motomondiale.

Addio alla MotoGp salutato da tutto il Circus con grande affetto, in particolare dallo stesso Rossi che ricordando tutte le sfide con lo spagnolo ha assicurato di non sentirsi più vecchio di quanto già si senta per l’arrivederci ad un altro collega protagonista della sua carriera: «Ricordo battaglie molto dure con lui - afferma Rossi - credo che avrebbe meritato un campionato del mondo. Dani ci mancherà, non è vero che non ho mai litigato con lui, ho litigato anche con lui. Non sono spaventato - ha ammesso il pilota pesarese - perchè già mi sento vecchio con o senza Pedrosa».

Poi Rossi si concentra sull’ultima gara ritenuta importante in chiave competitività per il 2019: «Qui è importante capire se siamo competitivi. A Valencia le condizioni sono sempre state difficili, vediamo se piove ma noi dobbiamo farci trovare pronti in ogni condizione. Dopo la Thailandia - aggiunge Rossi - abbiamo migliorato sulla velocità e siamo più competitivi, dobbiamo capire se saremo forti anche qui. Avremmo tanto lavoro da fare in inverno, nei prossimi due o tre mesi dovremmo capire se saremmo competitivi l’anno prossimo». Un voto alla mia stagione? «Mi do un sette, è stata una stagione simile a quella dell’anno scorso. È stato complicato mantenere la giusta concentrazione, ma continuo a divertirmi». Tornando al Gp della Malesia perduto proprio all’ultimo Rossi non butta via tutto: «a Sepang è stata una giornata molto emozionante, alla fine ero molto stanco. È stata una grande emozione per la vittoria di Pecco nella Moto 2 e la prima vittoria di Luca Marin. A Sepang ho fatto la miglior gara della stagione, ma purtroppo non c’è stato il lieto fine».

Lieto fine che, invece, è toccato ancora una volta al campione del mondo in carica Marc Marquez: «Arriviamo qui con ottime sensazioni - assicura lo spagnolo della Honda - sembra che le previsioni meteo non siano troppo benevole ed è un peccato, cercheremo comunque di approcciare nel modo migliore alla gara».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?