Salta al contenuto principale

MotoGp, Marquez dal Papa

e poi le scuse a Rossi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 17 secondi

Prima l’incontro con il Papa e poi la richiesta di pace con il re della MotoGp. A poche ore dal ritorno in pista a Misano per il Gran Premio di San Marino, la patria di Valentino Rossi, per Marc Marquez sembra giunta l’ora della redenzione per tutti i suoi «peccati» sulle due ruote e soprattutto per quelli commessi nei confronti del rivale di sempre. E così il campione del mondo della Honda ammette di voler abbassare l’ascia di guerra di fronte al Dottore: «Io vorrei far pace con lui, non ho alcun tipo di problema con Valentino. Quando in Argentina era tutto più tranquillo ho fatto un errore e l’ho fatto per sfortuna con Rossi, ho anche provato a scusarmi».

A dar fastidio a Marquez sono in particolare i fischi, del quale spesso è bersaglio, soprattutto da parte dei supporter rossisti che a Misano di certo non mancheranno. «Se mi danno fastidio i fischi sul podio? No - assicura Marquez - più che altro non mi piacciono, è come col calcio, io tifo Barcellona ma se una volta il Real Madrid vince e gioca meglio applaudo gli avversari che hanno meritato i tre punti. Non mi piacciono perché noi siamo in pista a 300 all’ora, rischiamo la vita ogni volta che saliamo sulla moto. Se sei un appassionato ti piace vedere i sorpassi e non i colori di chi corre. Io ho sempre chiesto alla mia gente di rispettare tutti i piloti anche perchè dopo una gara ce n’è un’altra, la vita continua. Sarebbe bello se tutti corressimo in bianco».

A Misano, oltre ai fan di Rossi, Marquez ritroverà dopo due anni di assenza lo stesso Valentino. Pilota Yamaha che vuole far bene a tutti i costi nella gara di casa dopo aver saltato l’edizione 2017 per via di un incidente in allenamento in una sessione di enduro che gli costò la rottura della gamba. Al World Circuit Marco Simoncelli Rossi, che ora è secondo in campionato, ha raggiunto per sei volte il podio vincendo tre volte nella classe regina. L’ultima è del 2014 e, proprio a questa data, risale l’ultimo successo italiano sul tracciato adriatico. «È sempre un piacere arrivare al tuo GP di casa - le parole del Dottore - Ci saranno molti amici e tifosi al circuito e faremo il possibile per fare di questo fine settimana qualche cosa di bello. Siamo stati a Misano per un test qualche settimana fa e dobbiamo riprendere il nostro lavoro da dove abbiamo lasciato. Voglio dare il massimo e iniziare il GP nel miglior modo possibile. Punto a fare una buona gara e - conclude Rossi - a lottare per il podio. Mi piacerebbe che il tempo sia buono in modo che tutti possano godere dello spettacolo».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?