Salta al contenuto principale

Fucilata in volata a Pinerolo

Trionfo al Giro per Benedetti

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

Una fucilata, uno sprint irresistibile sul traguardo di Pinerolo. Cesare Benedetti, 32 anni, ciclista trentino della val di Gresta, una vita da gregario, trova la sua prima grande vittoria con una volata pazzesca al Giro d'Italia.

In fuga con altri tredici corridori, Benedetti ha trovato lo spunto vincente dopo essere a sua volta rientrato dopo l'ultima salita.

Benedetti, nell’ordine d’arrivo, ha preceduto il siciliano Damiano Caruso, secondo; l’irlandese Eddie Dunbar, terzo; Gianluca Brambilla, quarto; Eros Capecchi, quinto. La nuova maglia rosa, Jan Polanc, si è classificato sesto e Matteo Montaguti settimo. Lo spagnolo Mikel Landa e l’ecuadoriano Richard Carapaz hanno recuperato secondi nella classifica generale, staccando di circa 28« il gruppo dei migliori con Vincenzo Nibali, lo sloveno Primoz Roglic e l’inglese Simon Yates.

Lo sloveno Jan Polanc è la nuova maglia rosa dopo la 12/a tappa, da Cuneo a Pinerolo, lunga 158 chilometri. La casacca di leader è passata da Valerio Conti al compagno di squadra della UAE Emirates, che è il secondo sloveno dopo Primoz Roglic a indossare la maglia rosa.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy