Salta al contenuto principale

Matteo Trentin cade in bici

dopo lo scontro con l'orso

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 6 secondi

I corridori professionisti lavorando ogni giorno sulla strada, sono depositari di una sterminata serie di aneddoti che li ha avuti per protagonisti o spettatori. Da due giorni la palma dell’avventura più incredibile - ma assolutamente vera - toccata ad un «prof» del pedale, è passata nelle mani del  valsuganotto Matteo Trentin e per come è andata è destinata a rimanerci a lungo.

Il quotatissimo atleta della Quickstep Floors vincitore di tappe al Giro e al Tour in ritiro in altura negli Stati Uniti in vista del Tour, tre giorni fa si è scontrato in bici con un orso. Uno scontro vero e proprio, con Trentin lanciato in una veloce discesa che non ha potuto far nulla per evitare l’impatto con il «posteriore» di un plantigrado di 150-200 chilogrammi (poi datosi alla fuga) che gli ha improvvisamente tagliato la strada.
Matteo è quindi rovinato a terra battendo la testa sull’asfalto. Testa provvidenzialmente protetta dal casco che ha fatto in pieno il proprio dovere assorbendo la violenza dell’urto e rompendosi, lasciando a Trentin solo qualche escoriazione e botte fortunatamente non gravi.  

«Sempre indossare il casco ragazzi! - ha scritto sulla propria pagina Facebook Trentin rivelando l’accaduto -. Può anche succedere che durante l’allenamento ti imbatti in un orso quando sei impegnato in una veloce in discesa. Non c’era spazio per frenare quindi ho avuto un incidente con lui!!! E non era una soffice orsacchiotto».

Per saperne di più ci siamo rivolti alla compagna di Matteo, Claudia Morandini, pure lei negli Stati Uniti assieme al figlio della coppia, Giovanni, approfittando della partecipazione di Trentin al Giro di California conclusosi da qualche giorno.

«È andata proprio così - conferma al telefono Claudia -. Matteo dopo il Giro di California è andato subito in ritiro in altura con la squadra e l’altra sera quando ci siamo sentiti e mi ha detto che era caduto dopo aver centrato un orso, all’inizio mi sono messa a ridere dicendogli di non prendermi in giro. Ma era tutto vero».

L’incredibile incidente è accaduto lungo la discesa del Mount Roses, in Nevada: «L’orso - racconta Claudia - è uscito da una proprietà privata, messo in fuga dai cani e Matteo non ha potuto far nulla per evitarlo. Per fortuna le conseguenze non sono state gravi». Lo scontro orso-ciclista ha fatto notizia anche in Nevada visto che è la prima volta che accade qualcosa di simile, pur essendo frequenti gli incidenti del genere che coinvolgono automobili.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?