Salta al contenuto principale

Il Trento «nuovo corso»

trova la vittoria.

Levico ko ad Arzignano

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

Domenica dolceamara per le squadre di serie D regionali. Esulta il Trento che torna alla vittoria (3-2) dopo l'esonero dei vertici tecnici. Male il Levico che va ko (2-0) ad Arzignano.

Il Trento ritrova il carattere di squadra in una partita in cui doveva vincere a tutti i costi: quindi partita di cuore, voglia, determinazione. Tutto quello che il Trento, messo con le spalle al muro dal supponente Cjarlins, riesce a rovesciare sul brullo terreno del Briamasco, che per un pomeriggio torna verde scintillante regalando tre punti vitali come l’ossigeno alla rianimata banda di Loris Bodo. Il Trento riemerge dalle sabbie mobili di una gara che per un’ora pare saldamente nelle mani degli ospiti, quando saltano tutti gli schemi e si gioca sul filo dei nervi e dell’emotività, aggrappandosi a risorse caratteriali insospettate, ma anche e soprattutto alla debordante fisicità di un ritrovato Fabio Cristofoli. È l’attaccante udinese a spaccare la partita, mettendo a ferro e fuoco l’area avversaria in una pazza ripresa, un vortice di strafalcioni tecnici, ma anche di lampi di rara bellezza calcistica, almeno a queste latitudini. (foto Alessio COSER).

Per il Levico niente scusanti: in campo vicentino, subisce una sconfitta secca. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy