Salta al contenuto principale

Candidatura Europei 2028, Malagò:

«Occasione per rinnovare stadi»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi

"La candidatura dell'Italia a ospitare gli Europei del 2028 è l'obiettivo con la O maiuscola. Ricordo che abbiamo bucato clamorosamente la possibilità di avere la manifestazione quando fu ospitata da Polonia e Ucraina (2012, ndr), ed è l'unica possibilità con Mondiali e Olimpiadi di avere un'accelerazione rispetto agli iter che riguardano il tema degli stadi".

Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, commentando uno dei punti nel programma del presidente della Federcalcio in pectore, Gabriele Gravina, in merito alla volontà di candidare l'Italia a ospitare l'Europeo di calcio del 2028. "È palese - ha spiegato Malagò a margine della VII edizione del premio 'Mecenate dello Sport - Varaldo Di Pietro' al Salone d'Onore - che c'è un gap da ridurre con investimenti, in tante città italiane, di conseguenza l'Europeo è una tappa obbligata per tutto questo".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy