Salta al contenuto principale

Aquila, battere Brindisi

per qualificarsi alla Coppa

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 8 secondi

La Dolomiti Energia Trentino arriva al giro di boa del campionato forte di quattro successi negli ultimi cinque incontri che l’hanno rimessa pienamente in corsa per un pass alle prossime Final Eight di Coppa Italia nonostante le difficoltà di inizio stagione.

La Dolomiti Energia Trentino battendo Brindisi domani sera (Blm Group Arena ore 17) rimarrebbe fuori dalle prime 8 solo se nello stesso turno vincessero Bologna, Sassari e Trieste. Nel caso in cui Sassari e Bologna dovessero vincere e i giuliani perdere in casa contro Milano, a Trento occorrerebbe un successo interno di 16 punti contro i pugliesi. Se una fra Sassari e Bologna dovesse perdere, invece, la Dolomiti Energia sarebbe interamente padrona del proprio destino in un match contro l’Happy Casa che profuma comunque di spareggio.

I bianconeri nei loro precedenti quattro anni in Serie A si sono qualificati alla Coppa Italia in due occasioni, nel 2014-15 (record di 9 vinte e 6 perse da matricola nel girone d’andata) e nel 2015-16 (10 vittorie nelle prime 15 di campionato, il migliore avvio dei trentini nella massima serie). Nelle due stagioni successive, 6 vittorie e 9 sconfitte prima del 7-8 della scorsa annata che Forray e compagni vorrebbero provare a «pareggiare» con il match di domani contro Brindisi.

I bianconeri nelle ultime settimane hanno dato una svolta al proprio rendimento partendo dalla difesa: le vittorie con Reggio Emilia, Pesaro, Pistoia e Virtus Bologna hanno dato segnali importanti sotto questo punto di vista, per certi versi confermati nella sconfitta a Milano della scorsa settimana in cui la Dolomiti Energia ha vinto tre parziali su quattro. Ai trentini ora manca un po’ di qualità offensiva per fare il prossimo significativo step di crescita, soprattutto in termini di continuità all’interno dei 40’ di gioco.

Anche l’Happy Casa di coach Vitucci e dell’ex Riccardo Moraschini ha bisogno di punti importanti in ottica qualificazione alla Coppa Italia, anche se alcuni scenari le permetterebbero di qualificarsi anche in caso di sconfitta alla BLM Group Arena. In ogni caso i pugliesi sono partiti forti dopo un super pre-campionato (10 vittorie in altrettante amichevoli) e vogliono continuare il proprio percorso a Trento, forti anche dell’aggiunta al roster della guardia Devondrick Walker.

Sono otto i precedenti fra Dolomiti Energia e Brindisi: 5-3 il bilancio a favore dei trentini, che si sono imposti nelle ultime tre sfide, e che in casa hanno perso solo una volta. Il 7 febbraio 2016 finisce 89-92: nonostante i 23 punti di Julian Wright a dicidere la sfida sono i 22 di Adrian Banks, tornato proprio quest’anno a Brindisi e manco a dirlo trascinatore tecnico ed emotivo della squadra di Vitucci.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?