Salta al contenuto principale

Dolomiti Energia, debutto in casa

nel Memorial Brusinelli

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
4 minuti 4 secondi

Con l’avvicinarsi del debutto casalingo, che come ogni anno coincide con il torneo dedicato a Gianni Brusinelli, inizia a infoltirsi lo spogliatoio della Dolomiti Energia. Parimenti, comincia piano piano a svuotarsi l’infermeria. Per la prima di quest’anno alla Blm Group Arena i bianconeri domani alle ore 20.30 affronteranno la VL Pesaro nella seconda delle due semifinali del Memorial dedicato al fondatore dell’Aquila. L’altra partita vedrà invece di fronte, alle ore 18, la Grissin Bon Reggio Emilia e gli olandesi del ZZ Leiden.

Secondo quanto spiegato qualche ora fa dal responsabile scouting aquilotto Alessandro Giuliani venerdì sera la Dolomiti Energia potrà mettere in campo Diego Flaccadori, «tagliato» dal ct Meo Sacchetti prima della doppia sfida dell’Italia per le qualificazioni mondiali. Rientrerà in campo anche Nikola Radicevic che non era sceso sul parquet lo scorso week end al torneo di Desio per un affaticamento muscolare. Infine dovrebbe essere della partita (almeno per qualche minuto) Dustin Hogue che - a seguito di un intervento al ginocchio subìto in agosto negli Stati Uniti - finora ha svolto preparazione differenziata.

Bisognerà invece pazientare ancora un po’ per vedere in campo la maglia bianconera numero 1 di Devyn Marble. La guardia di Detroit - che pure ha giocato qualche partita di Summer League con Philadelphia - sta svolgendo degli allenamenti specifici per ritrovare tono atletico e muscolare dopo l’anno e mezzo di stop seguito alla rottura dei legamenti crociati del ginocchio. La speranza di staff sanitario e tecnico è di fargli riprendere confidenza con il campo al torneo di Jesolo (21-22 settembre) in modo da averlo un minimo rodato per la semifinale di Supercoppa del 29 settembre contro Torino.

Resta ai box, infine, Davide Pascolo rispetto al quale la società ha sempre detto che non se ne parla fino ad inizio campionato. Fermo per tre settimana anche Luca Lechthaler, bloccato da un problema alla coscia nella semifinale del torneo di Desio.

Pur in tono minore rispetto agli anni in cui per il Brusinelli arrivavano a Trento squadroni come Milano e Bamberg, la sfida di venerdì contro Pesaro riserverà in ogni caso qualche spunto interessante per tifosi e addetti ai lavori. Da un lato c’è la speranza del pubblico di casa di assistere alla prima vittoria della Dolomiti Energia in questo precampionato; dall’altro c’è la curiosità di vedere all’opera da avversario il diciottennne aquilotto Luca Conti, andato in prestito in riva all’Adriatico per giocare con più continuità e fare esperienza. I fari saranno comunque puntati sugli americani Lamond Murray e Dominic Artis, come pure sul centro lituano Egidijus Mockevicius.

Grandi novità anche in casa Reggio Emilia. Dopo la straordinaria cavalcata europea del team reggiano nello scorso anno, culminata con l’approdo alle semifinali di EuroCup, la Grissin Bon è pronta a ripartire per riprendersi un posto nella griglia playoff di Serie A. Per farlo punterà sul talento offensivo dei suoi stranieri (la guardia statunitense Ricky Ledo su tutti) e sulla crescita del proprio gruppo italiano, con Candi, De Vico e Gaspardo pronti a non far rimpiangere Amedeo Della Valle (trasferitosi all’Olimpia Milano).

Per quanto riguarde lo ZZ Leiden, i vice-campioni d’Olanda prenderanno parte per la prima volta al Memorial Brusinelli: la squadra è allenata da Rolf Franke, uno dei giocatori più vincenti nella storia della pallacanestro oranje e padre dell’ex aquilotto e nazionale olandese Yannick Franke. Il rookie USA Darius Thompson, in uscita da Western Kentucky, sarà uno dei più attesi nella nuova stagione che vedrà il Leiden impegnato anche in Fiba Europe Cup.

LUIGI LONGHI (Presidente DOLOMITI ENERGIA TRENTINO)

«Il Memorial “Gianni Brusinelli” per noi è uno di quegli appuntamenti che caratterizzano la stagione dell’Aquila Basket: ricordare uno dei fondatori di questa società non è solo doveroso, ma vuole essere anche un atto di affetto nei confronti di una persona che tanto ha dato allo sport trentino e a tutti quelli che lo hanno conosciuto. Oggi intere generazioni di adulti sono cresciute anche grazie a Gianni, che con il suo inconfondibile modo ha saputo seguirli nella crescita umana e sportiva. Ringrazio quindi l’Associazione Amici di Gianni Brusinelli per la collaborazione e l’impegno nel portare avanti il ricordo di un grande amico che ogni giorno ci manca. Gianni sarà sempre un esempio nel nostro agire quotidiano, mi auguro che saremo in tanti venerdì e sabato ad assistere al torneo».

MAURIZIO BUSCAGLIA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO)

«Nikola e Dustin sono tornati ad allenarsi con il gruppo, valuteremo il volume del loro impiego nei prepartita delle due sfide anche alla luce di come reagiranno agli ultimi carichi di lavoro. Siamo contenti di poter giocare e affrontare avversarie di caratura, perché ci serve metterci alla prova con continuità in un contesto tecnico e fisico che ci possa far crescere come squadra. Ho la fortuna di lavorare con uno staff tecnico, medico e atletico di altissimo livello, che in queste settimane sta lavorando in maniera eccellente».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?