Salta al contenuto principale

Conti, Czumbel e Ladurner

convocati in Nazionale

Under 18 al torneo di Mannheim

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 56 secondi

Luca Conti, Erik Czumbel, Maximilian Ladurner: sono i nomi dei tre ragazzi della Dolomiti Energia Trentino Under 18 allenata da coach Alessio Marchini che dopo i cinque giorni di allenamento con il gruppo della Nazionale italiana di categoria a Roma sono stati selezionati da coach Capobianco per far parte dei 12 ragazzi che prederanno parte, a partire da domani, al Albert Schweitzer Tournament 2018 di Mannheim, la manifestazione giovanile per Nazionali più importante al mondo per la categoria Under 18. Luca Conti, ala classe 2000, è cestisticamente nato e cresciuto nelle giovanili dell’Aquila Basket mentre Erik Czumbel, play mancino, e Max Ladurner, centro di 206 centimetri di altezza, sono arrivati in bianconero rispettivamente da XXL Pescantina e Maia Merano, due club che fanno parte del progetto territoriale della Dolomiti Energia Basketball Academy di cui Alessio Marchini è direttore tecnico.

«Sicuramente questa triplice convocazione è una grandissima soddisfazione, per il club, per me e tutto lo staff oltre che per l’intero settore giovanile e per la Academy - afferma Marchini - Per certi versi ancora più della Finale Scudetto Under 18 dell’anno scorso testimonia il fatto che siamo focalizzati sulla crescita tecnica e umana individuale dei giovani. Avere Luca, Erik e Max nei 12 Azzurri a Mannheim è un risultato incredibile: in primo luogo per i tre ragazzi, hanno lavorato tanto e se lo meritano; e anche per il club, perché si tratta di tre giocatori e di tre persone con caratteri, qualità tecniche e provenienze differenti, e questo testimonia ancora di più l’attenzione che mettiamo come società e come staff allo sviluppo dei singoli. Detto questo, prendiamo questa fantastica notizia come un punto di partenza e non di arrivo: dev’essere una spinta per continuare così, anzi per investire ancora più energia e lavoro e per migliorare il nostro metodo di lavoro. Non è scontato che un club che ha risultati così importanti con la prima squadra riesca a crescere anche nella qualità della propria struttura giovanile, e tutto questo accresce ancora di più il valore del sistema complessivo».

Luca, Erik e Max, assieme agli altri Azzurrini, nei prossimi giorni se la vedranno con Cina, Egitto, Stati Uniti, Russia e Francia prima della fase finale del torneo, che si chiuderà con le finali del 7 aprile, e lo faranno di fronte ai tanti talent scout NBA e addetti ai lavori di tutto il mondo che assisteranno alla manifestazione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?