Salta al contenuto principale

Dolomiti Energia, torna l'Eurocup:

domani sera contro l'Asvel

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 6 secondi

«Sicuramente iniziare il girone di ritorno giocando contro una squadra che abbiamo già battuto all’andata rende questa partita fondamentale: portarsi sul 2-0 nello scontro diretto contro un’avversaria come l’Asvel sarebbe un bel mattone su cui continuare a costruire il nostro percorso europeo». Ad affermarlo è il coach dell’Aquila Basket Trento, Maurizio Buscaglia, in vista della sfida di domani a Lione contro trasferta l’Asvel Villeurbanne nel Round 6 di Regular Season in 7Days EuroCup.

«Per quanto riguarda la parte più tecnica legata alla pallacanestro - ha aggiunto Buscaglia - veniamo da alcune partite in cui abbiamo giocato 25-28 minuti di alto livello ma in cui abbiamo spesso avuto passaggi a vuoto segnati da troppi errori. Ci serve attenzione, ma abbiamo lavorato su questo e vogliamo dimostrarlo in campo».

I bianconeri, ancora senza Jorge Gutiérrez e Shavon Shields, cercheranno di strappare sul campo di Lione la prima vittoria stagionale in trasferta: oltre a difendere la vittoria dell’andata al PalaTrento, la Dolomiti Energia dovrà provare a prendersi due punti che potrebbero anche risultare decisivi in vista dell’arrivo in volata che si prospetta nel durissimo girone D.

I 18 volte campioni di Francia sono reduci da una bella vittoria casalinga contro Digione nel nono turno di campionato che li ha issati al terzo posto in classifica grazie ad un ruolino di marcia da 6 vittorie e 3 sconfitte. La squadra del presidente Tony Parker, stella NBA con i San Antonio Spurs, nell’ultimo turno di EuroCup invece ha perso la propria imbattibilità stagionale in casa, cedendo all’Astroballe 68-84 contro Gran Canaria. Per cercare il riscatto, e la rivincita su Trento che all’andata ha saputo superare i francesi 85-75, i biancoverdi faranno affidamento soprattutto sulla propria pericolosità dall’arco e sulla forza d’urto della fisicità dei propri lunghi. L’Asvel (in particolare grazie alle qualità dall’arco di John Roberson ed AJ Slaughter) è la seconda miglior squadra di EuroCup per triple segnate (51) e la terza per percentuale da 3 punti (43,6%). Coach JD Jackson poi può contare su un’impressionante batteria di giocatori di talento, esperienza e atletismo: l’ex della partita David Lighty (17 punti nel match di andata al PalaTrento, foto Montigiani in alto) è ben assistito nel reparto ali da Charles Kahudi, in costante crescita con il passare delle settimane, e Amine Noua, realizzatore classe ‘97. Sotto canestro invece operano l’ex NBA ed Avellino Justin Harper (12 punti di media in EuroCup), Alpha Kaba (che in campionato viaggia ad oltre 8 punti e 6 rimbalzi a serata) e il centrone americano Darryl Watkins

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?