Salta al contenuto principale

Gutierrez si presenta ai tifosi:

«Trento destinazione perfetta»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 22 secondi

Dopo un’estate lunghissima chiusa da un turbinio di viaggi che lo hanno portato dal Messico all’Italia, passando per due giorni in Francia al seguito della sua nuova squadra, Jorge Gutiérrez è finalmente a Trento, nella città che per tutta la stagione sarà la sua casa.

Il nuovo playmaker messicano della Dolomiti Energia Trentino (una cinquantina di partite Nba tra Brooklyn, Milwaukee e Charlotte) a giugno ha preparato la Summer League NBA giocata con i Portland Trail Blazers, poi si è dedicato alla nazionale messicana con cui ha ottenuto una bella medaglia di bronzo ad AmeriCup 2017: ora il suo unico obiettivo all’orizzonte è la semifinale di Supercoppa contro Milano, appuntamento al quale il numero 13 bianconero si presenterà dopo soli cinque giorni di allenamento con il gruppo.

«Durante l’estate - le sue prime dichiarazioni ufficiali da giocatore bianconero - ho sentito tanto parlare di Trento, è una realtà sportiva professionale apprezzata e rispettata da tutti, sotto tutti i punti di vista. Sono molto contento di essere qua, mi sono sentito subito coinvolto e ben accolto da compagni, staff tecnico, società e città. La mia estate? Tutti sognano di essere nella NBA, ho lavorato al massimo e giocato in Summer League per poter continuare a vivere quel sogno: una volta esclusa quella possibilità ho lavorato assieme al mio agente per trovare un club in cui potessi giocare, crescere e poter provare a vincere. Trento ci è sembrata fin da subito una destinazione perfetta, ed è stata per tutta l’estate la migliore opzione per me a questo punto della mia carriera. La storia recente e la cultura sportiva del club hanno reso più facile la mia decisione».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?