Salta al contenuto principale

Aquila straordinaria

batte Sassari 65-55

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 47 secondi

Con un terzo quarto devastante, in un match che fin lì era stato in equilibrio (27-26 all’intervallo lungo), l’Aquila Basket ieri ha demolito i «giganti» di Sassari e incassa una importantissima vittoria nella prima gara della serie che vale la semifinale dei playoff scudetto.

Alla fine il tabellone dice 65-55 per i ragazzi di Buscaglia.

Si replica domenica, ancora al PalaTrento, prima di spostarsi a Cagliari.

 

Il fascino dei playoff sta tutto nella spettacolarità di partite aperte ad ogni soluzione. Stasera, dalle 20.45 al PalaTrento (Sky sport), la Dolomiti Energia inizia la serie di confronti contro il Banco di Sardegna.

Due partite, oggi e domenica in un PalaTrento sold out, quindi la prossima settimana il terzo match e l’eventuale quarto al PalaSerradimigni sull’isola.

I sardi di coach Pasquini sono gli unici, oltre alla Fiat Torino dell’ex aquilotto Peppe Poeta rimasta fuori dai playoff, ad aver sconfitto due volte i trentini di coach Buscaglia durante la stagione regolare.

Si rinnova una sfida già andata in scena due stagioni fa quando la Dinamo Sassari di coach Sacchetti e dell’allora gm Pasquini prevalse 3 a 1 e poi entrò nella storia andando a vincere lo scudetto, seconda squadra non nordista oltre a Caserta di Esposito (quest’anno migliore coach della serie A a Pistoia) e Gentile negli anni Novanta.

La Dolomiti Energia è «zoppa» degli infortunati Marble (rientrato in America), Baldi Rossi e Moreschini, ma coach Buscaglia dispone di un roster comunque aggressivo e determinato che nell’ultima giornata di stagione regolare, domenica scorsa, ha strappato il quarto posto proprio a Sassari che è caduta a Caserta, togliendosi la possibilità di avere il vantaggio di giocare l’eventuale spareggio della quinta partita sul parquet di casa.

Il Banco di Sardegna ha il proposito di conquistare almeno una delle due prime partite per poi provare a chiudere questa prima serie davanti al proprio pubblico.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?