Salta al contenuto principale

Dolomiti Energia, buon esordio

ma il Bayern è più forte

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 2 secondi

Una buona Dolomiti Energia Trentino, pur priva dei nazionali Davide Pascolo e Peppe Poeta, e dell’americano Julian Wright rientrato negli Usa in licenza matrimoniale, inizia con il piede giusto la stagione tenendo testa per quaranta minuti ad una formazione attrezzata per giocare la prossima Eurolega come il Bayern Monaco. 76-67 il finale della gara, decisa a favore della formazione allenata da Svetislav Pesic, a propria volta priva di diversi nazionali, dalle scadenti percentuali dalla lunetta degli aquilotti (10/26), e dai canestri di un inarrestabile Nihad Dedovic (24 punti alla fine). In casa Dolomiti Energia ottime notizie sono arrivate da Jamarr Sanders, già candidato ad essere uno dei leader di questo gruppo con 15 punti, da Filippo Baldi Rossi, parso già fisicamente molto in palla e autore di 11 punti con 3/6 dall’arco, e da Diego Flaccadori, protagonista su entrambi i lati del campo con 8 punti e 3 assist conditi da 3 recuperi. Bene, anche se con qualche errore di troppo al tiro, pure l’ex Santa Cruz Warriors Dominique Sutton, che con la sua debordante energia (5 recuperi e 5 rimbalzi) ha tenuto in vita le speranze bianconere anche nei momenti di maggiore efficacia del Bayern.

La cronaca:  nel primo quarto, davanti a un PalaGarda gremito da 1.500 spettatori, la Dolomiti Energia parte con le marce alte, spinta dai canestri da tre punti di Baldi Rossi, Sanders e Forray. Il Bayern resta a contatto con le soluzioni in avvicinamento al canestro di Taylor (15-21 al 10’). Nel secondo periodo i tedeschi alzano l’intensità della propria difesa, e a Taylor si unisce un Dedovic in serata di grazia. Con i 13 punti dell’ex Roma, e nonostante un Flaccadori particolarmente pimpante, si va all’intervallo in perfetta parità: 35-35. Nel terzo periodo il team di Pesic mette la freccia e scappa via. Bryant è il solito faro sui due lati del campo, Trento sbaglia tantissimo dalla lunetta, e la gara sembra già in ghiaccio (56-45). Nell’ultima frazione però la Dolomiti Energia tira fuori quello che è destinato a rimanere uno dei suoi marchi di fabbrica: il cuore. Sutton è una furia in difesa e a rimbalzo, Baldi Rossi, Sanders e Lockett in attacco sono efficacissimi, e il team bianconero arriva alla volata finale in piena corsa (60-59). Poi, però, esaurisce la benzina e per il Bayern la stagione si apre con un bel successo per 76-67. Sabato la Dolomiti Energia di coach Buscaglia tornerà in campo sfidando a Carisolo la Vanoli Cremona nell’ormai abituale scrimmage di fine agosto.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy