Salta al contenuto principale

Sei Nazioni, oggi Inghilterra-Italia di rugby

la «mission impossible» per gli azzurri

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

Una pioggia in tipico stile inglese ha accompagnato l’Italrugby ieri durante il Captain’s run al Twickenham Stadium che nella giornata di oggi sarà il teatro del quarto match della Nazionale Italiana Rugby al Guinness Sei Nazioni 2019 in calendario alle 16.45 locali (17.45 italiane) contro i padroni di casa dell’Inghilterra.

«L’Inghilterra ha un reparto di trequarti estremamente fisico - ha esordito Sergio Parisse durante la conferenza stampa a chiusura del consueto allenamento di rifinitura che precede il giorno di gara - e credo che Jones abbia fatto queste scelte perchè ha un piano di gioco ben chiaro in testa. Vorranno provare a dominare sul piano della fisicità. Noi ci siamo preparati in base alla nostra strategia senza pensare troppo a chi scenderà in campo con la maglia inglese: hanno una rosa molto profonda con tanti giocatori di livello internazionale» le parole del capitano azzurro.

«Due anni fa abbiamo messo in difficoltà l’Inghilterra con una tattica che forse ha contribuito al cambiamento delle regole. Ci sono degli episodi che possono cambiare il corso della partita. Noi continueremo sulla scia del lavoro che stiamo facendo in allenamento cercando di curare ogni minimo dettaglio. Abbiamo una grande volontà di avere più possesso, come dimostrato contro l’Irlanda e proveremo a imporre il nostro gioco» ha proseguito Parisse.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy