Salta al contenuto principale

Tolti alla Malaysia gare

paralimpiche nuoto

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

Il Comitato internazionale dei giochi paralimpici (Icp) ha tolto oggi alla Malaysia il diritto di ospitare i campionati mondiali di nuoto, che dovevano svolgersi a Kuching fra il 29 luglio e il 4 agosto. La ragione - ha spiegato da Londra la direzione dell'Icp - è dovuta alla decisione delle autorità malesi di "non autorizzare la partecipazione di atleti israeliani". "Questa è una forte presa di posizione contro l'odio e il bigottismo", ha commentato il ministero degli esteri di Israele. Il presidente del Comitato paralimpico internazionale, Andrew Parsons, ha spiegato che "tutti i campionati mondiali devono essere aperti a tutti gli atleti" e che le diverse Nazioni devono essere messe in condizione di poter partecipare "in piena sicurezza e senza discriminazioni. Quando un Paese ospite esclude atleti di una particolare Nazione, per ragioni politiche, non ci resta altra alternativa che cercare un altro luogo che ospiti quei campionati".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy