Salta al contenuto principale

I grandi ritorni dello sport

Tiger Woods di nuovo vincente

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 35 secondi

Quello di Tiger Woods, che con una splendida prestazione sul green di Atlanta ha vinto il suo primo torneo dopo cinque anni di problemi ed infortuni, è solo l'ultimo esempio di revival dei campioni dello sport. Infatti nella storia dello sport sono tanti i ritorni illustri di coloro che proprio non ce la facevano a guardare alla televisione le prodezze dei rivali di una volta. Così eccoli di nuovo, magari per non perdere contatto con quel pubblico che ti adora o magari perchè smettere a volte si rivela un ostacolo insormontabile  al punto che a volte, come alcuni testimoniano, il ritiro diventa fonte di depressione.    

Ecco allora che prima di Woods ci sono stati tanti altri esempi, primi fra tutti nel pugilato.

Basti pensare ai ritorni sul ring dopo il carcere, come nel caso di Mike Tyson o di Bernrd «Il boia» Hopkins, campione del mondo a 49 anni, o di Muhammad Ali, che riconquistò il titolo dei pesi massimi dopo la pausa impostagli dopo il rifiuto di servire la patria impegnata nella guerra in Vietnam. Non solo: il Più Grande tornò anche nel 1980 dopo il ritiro di due anni prima, per perdere contro il suo ex sparring partner Larry Holmes. Il suo grande rivale George Foreman conquistò per la prima volta la corona dei massimi nel 1971 contro Joe Frazier, e si ritirò nel 1977. Rientrò sul ring dieci anni dopo e nel 1994, a 45 anni e 9 mesi, rivinse il titolo mondiale contro Michael Moore.   

Fenomenale fu il ritorno sul parquet del più grande giocatore di basket di sempre, Michael Jordan: nel 1993 dopo aver vinto il suo terzo titolo Nba con Chicago (e due ori olimpici con la nazionale), scosso dalla morte del padre lasciò la pallacanestro per darsi, da semiprofessionista, al baseball, ma dopo due anni tornò ai Bulls e vinse altri tre 'anellì. Una vittoria della vita, e sulla malattia, fu invece il ritorno in campo di Magic Johnson, leggenda dei Los Angeles Lakers che nel 1991 annunciò il ritiro dopo avere contratto il virus dell'Hiv (ma non volle saltare l'appuntamento dei Giochi di Barcellona '92 con il Dream Team) per poi rientrare nel 1996, a 37 anni, per disputare un altro campionato con gli amati Lakers.   

Grandioso fu anche il ritorno in F1 di Alain Prost che, da ferrarista, si ritirò nel 1991 ma non seppe dire di no alla proposta della Williams: così vinse, dopo un anno di stop, il Mondiale del 1993 imponendosi in sette gran premi. Non altrettanto bene andò a Michael Schumacher quando torno per correre con la Mercedes.

Un ritorno dopo il ritiro fu anche quello di Pelè, che dopo aver lasciato a 34 anni, dodici mesi dopo disse sì ai NY Cosmos e s'inventò pioniere del calcio negli Usa.

Nel tennis c'è stata Martina Navratilova, che nel 1994 si ritirò ma sei anni dopo tornò a giocare, specie in doppio, e nel 2003 conquistò il titolo del doppio misto agli Australian Open. Nel 2004 vinse invece un incontro di singolo nel primo turno di Wimbledon, diventando a 47 anni e 8 mesi la giocatrice più anziana a vincere un incontro sull'erba londinese.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?