Salta al contenuto principale

A San Lorenzo in Banale

sabato la SkyGhez

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 49 secondi

Sabato 22 settembre a San Lorenzo in Banale, alle ore 9, prenderà il via la seconda edizione della SkyGhez, che chiuderà il trittico del Comano Mountain Circuit, il circuito promosso dalla Comano Mountain Runners che ha debuttato quest’anno.

A pochi giorni dal via, la segreteria dell’evento ha raccolto 130 adesioni, con il numero massimo dei partenti fissato a quota 160, in virtù del tasso tecnico del tracciato di gara. Ad oggi, quindi, rimangono ancora 30 pettorali a disposizione: gli aspiranti concorrenti potranno garantirsi un posto in griglia di partenza fino a giovedì, quando verranno chiuse le iscrizioni, prorogate di qualche giorno rispetto al programma iniziale e disponibili fino all’esaurimento dei 160 posti disponibili. Le iscrizioni possono essere effettuate online consultando l’apposita sezione sul sito della società organizzatrice.

In attesa degli iscritti dell’ultima ora, la starting list della gara può già vantare la presenza di alcuni dei grandi interpreti della disciplina, tra cui il vincitore della Comano Ursus Extreme Trail e del Dolomiti di Brenta Trail Enzo Romeri, al quale si sono aggiunti l’altro trentino specialista della corsa in montagna Andrea Debiasi, il moriano Christian Modena, l'altoatesino del Team La Sportiva Andreas Reiterer e il campione dello sci alpinismo Federico Nicolini, atleta che nel recente passato ha dimostrato di saper dire la sua anche in qualità di runner. Assieme a Federico, ci sarà anche la sorella Elena Nicolini, vittoriosa sul percorso di 45 km alla Dolomiti di Brenta Trail, dove al maschile – sulla medesima distanza – s’impose Andrea Debiasi.

I chilometri da percorrere saranno 20, conditi con 2.200 metri di dislivello. Partenza (ore 9) e arrivo saranno allestiti a San Lorenzo in Banale, in località Promeghin, sede nel pomeriggio anche delle premiazioni della SkyGhez e del Comano Mountain Circuit, nonché della vivace festa in stile bavarese che animerà la serata. Il punto più caratteristico e spettacolare del percorso è rappresentato dal passaggio in quota a cima Ghez, a 2.714 metri d’altitudine. A tal proposito, il comitato organizzatore metterà a disposizione di tifosi e appassionati un servizio taxi-jeep, che partirà alle ore 5 e li porterà in quota, con un gradito omaggio (un Buff marchiato La Sportiva) per i primi 50 che raggiungeranno la vetta del Monte Ghez.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?