Salta al contenuto principale

Atletica leggera, Osakue

a rischio per gli Europei

Dopo l'aggressione a Moncalieri

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi

«Sto meglio. Ho solo un pò di dolore, ma è tutto okay». È l’sms che Daisy Osakue ha scritto nelle scorse ore al sindaco di Moncalieri, Paolo Montagna, che l’ha contattata per sincerarsi delle sue condizioni di salute.
La giovane atleta, ferita ad un occhio da un uovo lanciato da un’auto nella notte tra domenica e lunedì a Moncalieri, si è sottoposta oggi ad una visita di controllo all’ospedale Oftalmico di Torino, dove era già stata medicata dopo l’aggressione.

Agli amici che, numerosi, le si sono stretti attorno Daisy dice di stare meglio nonostante il turbine mediatico, la doppia dose di antibiotici e il mal di testa che non l’abbandona.

«Continua a raccontare la sua storia nella speranza che non succeda a nessun altro», riferisce Ludovica Cioria, segretario piemontese dei Giovani Democratici, a cui Daisy è iscritta. «Sta bene anche se non sta bene - aggiunge - perchè alla fine è umana e tutto questo l’ha travolta. Ma è anche un’atleta e la tempra non l’abbandona».

Soltanto venerdì, dopo l’ultimo consultoi medico, si saprà se la discobola azzurra potrà prendere parte agli Europei di atletica leggera che si apriranno nelle prossime ore a Berlino (Germania).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?