Falso medico truffa l'anziana

Si è finto medico dell'Azienda sanitaria locale impadronendosi, col raggiro, di 250 euro prelevati dal conto corrente di un'anziana di ottantacinque anni. È accaduto ieri di buon mattino a Strigno.
La storia:  l'uomo dal portamento elegante, che indossa impermeabile chiaro e cappello, suona alla porta della donna. Si qualifica come medico fornendo anche il cognome e il nome (naturalmente di fantasia) e informa la signora di essere lì per il rinnovo della tessera sanitaria. «Stavo uscendo di casa proprio per recarmi all'ospedale di Borgo a ripetere l'esenzione del ticket - racconta  l'anziana - e sentire che quell'uomo era venuto per la tessera m'è sembrata davvero una coincidenza». Un caso davvero strano, che di primo acchito, alimenta i dubbi sull'identità dell'uomo e sulla vera ragione della sua presenza in casa. I modi affabili e la richiesta di un bicchiere d'acqua o «di un buon caffè» rivolti alla signora e la fretta di compiere la commissione per cui si era già preparata ad uscire la distraggono per un attimo dai sospetti. «Mi ha chiesto dei soldi, se non ricordo male 50 euro - continua nel racconto - perché la nuova tessera sanitaria avrebbe dovuto portare anche la fotografia». Per avvalorare la sua pretesa, il sedicente medico riferisce che la notizia era apparsa anche sulla stampa locale. «Sono stata assente da casa per un po' e sinceramente non ho avuto modo di leggere i giornali - pare giustificarsi la signora - ma non so darmi pace per essere stata così ingenua». Il malfattore approfitta dello smarrimento dell'anziana e si appropria della tessera bancomat posata sul tavolo. Si accomiata in fretta e furia con una scusa, riferendole però che sarebbe tornato di lì a poco. Giusto il tempo di arrivare al vicino sportello della Cassa rurale, effettuare un prelievo di 200 euro e sparire nell'anonimato com'era arrivato.
«È un uomo di altezza media, senza accento, che parla un perfetto italiano, ma non saprei definirne l'età esatta perché nascondeva il viso con il cappello». Dopo essersi accorta della sparizione del bancomat, la signora ha sporto denuncia ai carabinieri di Strigno, che stanno conducendo le indagini. Per tutta la giornata il territorio è stato battuto palmo a palmo nella speranza di rintracciare il truffatore o l'auto usata per raggiungere il paese.
Tentativi di raggiro a spese degli anziani, con la stessa tecnica usata a Strigno, si sono ripetuti nei giorni scorsi anche nei paesi del circondario. Casi che fortunatamente sono stati arginati senza gravi danni. La signora tutto sommato archivia l'accaduto con serenità: «Poteva andare peggio se non fosse riuscito  a prendersi il bancomat. Racconto questa vicenda perché possa servire da monito a chi, anziano come me, è troppo spesso vittima di raggiri».

Caro ladro...ricorda che tutto ritorna....e pagherai...in un modo o nell'altro pagherai....fai schifo...vergognati...

Bello questo blog.
Ma cosa si scrive a fare!!!

Come ha fatto ad effettuare il prelievo senza il PIN e perchè solo 250 euro?

Solita truffa del porta a porta. Come quelli che si spacciano per promotori di un qualsiasi fornitore di corrente o gas e ti chiedono di vedere bollette e contatore e poi ti trovi un contratto con chissacchì.
MAI dare dati personali a sconosciuti, che poi sono degli infami che si approfittano dei più deboli come in questo caso..

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

H T :

Ogni commento è superfluo.In 30 anni ( un ospedale in 30/40 anni è gia obsooleto e inadeguato....

23-04-2014 09:22
Aiuto. :

Toglieteci l'Autonomia!

23-04-2014 09:16
Cittadino stanco :

Complimenti all'Adige per il coraggio a pubblicare tali fatti...non è scontato...ora speriamo...

23-04-2014 09:14
Prendere per il naso la gente :

Il nostro Sen. Panizza ogni tanto ha bisogno di distrarsi dalla gestione dei suoi affari...

23-04-2014 09:14
Trento RISE :

cos'è?

23-04-2014 09:14
 

 

 

 

 

Seleziona la provincia
Seleziona la tipologia