Salta al contenuto principale

Per Pieve di Bono-Prezzo

sfida tra Maestri e Tarolli

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

Agrone, Cologna, Creto, Por, Prezzo e Strada. Queste sono le sei frazioni del nuovo Comune di Pieve di Bono-Prezzo (andato a fusione dal primo gennaio).

Due candidati sindaci e due liste. La prima «Rinnoviamo Insieme», ha come candidato sindaco Daniele Tarolli, professione ingegnere civile con studio a Cologna. Punta a rappresentare – anche nei candidati - tutti i paesi del Comune con un minimo di due rappresentanti per frazione. Fra i quindici membri (otto donne e sette uomini) solo due superano i cinquant’anni e nella maggior parte dei casi si incontrano persone nate fra gli anni ‘80 e ‘90.

La seconda lista vede il sindaco uscente di Pieve di Bono, Attilio Maestri, che ha trovato l’adesione del sindaco uscente di Prezzo Celestino Boldrini e del suo vicesindaco Costantino Cosi.

Se la lista concorrente parla di discontinuità, quella di Maestri è all’insegna della continuità. Nella lista ci sono sei consiglieri uscenti di Pieve di Bono, più i due di Prezzo e sette nuovi, cinque dei quali sono alla prima candidatura. Con almeno due candidati per frazione, provenienti da vari mondi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy