Salta al contenuto principale

Forza Italia fuori dai giochi

e Biancofiore guarda

ai 5 Stelle: «Sono sexy»

 

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 35 secondi
La deputata berlusconiana regionale Michaela Biancofiore invita in extremis Forza Italia a dialogare con i 5 Stelle, visto che ormai tutti «trovano sexy il movimento», mentre il partito di Berlusconi si trova tagliato fuori da ogni gioco.
 
«Continuiamo a pregare  Salvini di accoglierci che viceversa - osserva Biancofiore - corteggia affannosamente come in un duello di altri tempi con l’altro amante Pd, la “donzella” a 5 stelle. Praticamente tutto l’arco Parlamentare va pazzo per il movimento di Grillo che giustamente gongola e non solo per la banalità dei numeri parlamentari».
 
«Ora anche il presidente americano Trump. Forse è venuto il momento di porci la domanda se siamo noi ad aver sbagliato valutazione sui 5 stelle, visto che arcinemici storici con i quali sono volati insulti degni di querela, ora li osannano. Abbiamo dato noi la chances a Salvini, cioè al partner più forte della coalizione di fare il governo con i 5 stelle, forse a questo punto più che continuare nel richiamo della foresta al quale sembra sordo, dovremmo capire come e perché, senza fermarsi alle apparenze, tutti trovano sexy il movimento e tutti siano pronti a convergere sui loro 10 punti giocando anche al rialzo».
 
<Penso per esempio - conclude Biancofiore - che il premier Conte abbia quei profili di europeismo e atlantismo e ragionevolezza, declinati con saggezza e fermezza dal Presidente Berlusconi imprescindibili per salvare il Paese . Salvini credo si disponibile anche a non serbargli rancore, forse per avere un governo di centro-destra liberale e popolare -e tornare ad un bicameralismo perfetto, dovremmo tentare più di vedere  le cose che possono unirci che quelle che possono dividerci dai 5 stelle, a condizione di reciprocità. D’altronde le elezioni il 4 marzo le hanno vinte da una parte loro e dall’altra la coalizione di centro destra, non la Lega da sola. I perdenti erano solo le sinistre ed è assurdo ora consegnargli Conte e il Paese».

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy