Salta al contenuto principale

Protesta degli ambientalisti:

la giunta affossa la Via

e non convoca i protezionisti

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

Ambientalisti sul piede di guerra: la giunta provinciale approva disegni di legge di grande importanza nel settore della protezione ambinetale (ad esempio abolisce la Valutazione di Impatto Ambientale, ridefinendola), ma i rappresentanti delle associazioni protezionistiche non vengono consultati né convocati.

Così le associazioni ambientaliste trentine Enpa, Italia Nostra, Legambiente, Lipu, Mountain wilderness e Wwf hanno chiesto al presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, di convocare con urgenza la "Cabina di regia delle aree protette e dei ghiacciai".
L’istanza, diffusa attraverso una nota, insiste sull’opportunità di sospendere l’esame del disegno di legge n. 22 in tema di «modificazioni alla legge provinciale sulla valutazione d’impatto ambientale del 2013 e alla legge provinciale sulle foreste e sulla protezione della natura del 2007», prevista all’interno della terza commissione del Consiglio della Provincia provinciale.

«Più di 100 giorni fa le associazioni hanno designato congiuntamente i propri rappresentanti (Luigi Casanova e Luciano Rizzi) e i rispettivi supplenti (Marco Tessadri e Fernando Boso) in seno alla Cabina di regia delle aree protette e dei ghiacciai. A oggi, però - sottolineano le associazioni - ai nostri rappresentanti non è ancora giunta la convocazione per la prima riunione, nonostante i molti temi d’attualità in discussione (gestione dei grandi carnivori, cambiamenti climatici, effetti tempesta Vaia, riadozione del Piano del Parco Nazionale dello Stelvio, eventi in quota, riorganizzazione della rete di riserve)».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy